Serata ricca di sorprese per il gradito appuntamento con ‘I Concerti della Bottega’

con bo‘I Concerti della Bottega’ proseguono l’iter musicale ed artistico nel cortile di Palazzo Fusco-Rossi, il 26 luglio, alle ore 21:00.

Sarà la volta dei ‘Meti theatre ensemble’ ed il loro ‘Black Warriors’, un reading teatralizzato in ricordo di Nelson Mandela. La lotta contro il razzismo, l’apartheid e l’imperialismo è stata portata avanti con forza in tutti gli stati del continente Africano, dal  Burkina Faso alla Nigeria, dall’Angola al Congo, fino al Sud Africa.

Sette attori, in sincro con un suggestivo video, le musiche originali di Jack Hakim e la speciale partecipazione del batterista/percussionista Pasquale Rummo, ripercorreranno quegli anni attraverso le parole e le emozioni di alcuni dei protagonisti.

Per ricordare quelle lotte, per ricordare Nelson Mandela,
per ricordare tutti gli altri protagonisti della lotta all’apartheid.

Ma sarà anche una serata ricca di emozionanti sorprese da ascoltare e guardare come le esposizioni delle opere del maestro Sandro Martiniello e gli scatti del Sannio Photo Contest 2014.

Main sponsor della rassegna sarà il ‘Pastificio Rummo’.

‘Meti Theatre Ensemble’ è un gruppo di giovani attori formato da Matteo Giardiello, Carolina Rapillo, Maura Ruggiero, Ianua Coeli Linhart, Jack Hakim, Annalisa Iovinella, Valetina Mesca e Gaetano Franzese. Nato nel dicembre 2013, il gruppo nasce dall’ esigenza da parte dello ‘Spazio Meti’, un collettivo studentesco di Napoli, da cui il gruppo prende appunto il nome, di rappresentare un reading teatralizzato in onore di Nelson Mandela. I giovani otto attori, entusiasti dell’ idea, accettano e il 19 dicembre, allo ‘Spazio Meti’ in Via Atri n°6, rappresentano ‘Black Warriors’. Il reading si rivela un successo, grazie anche al video e alle musiche originali suonate dal vivo in sincro con gli attori, al ritmo e alla coesione delle scene teatrali con le poesie e i brani letti. Dopo il successo al ‘Meti’, ‘Black Warriors’ viene riproposto in molte altre occasioni, riscuotendo sempre un grande apprezzamento da parte del pubblico. In quel periodo si avvia anche un ciclo di mattinate negli Istituti Superiori e Licei Napoletani (Sannazzaro, Giordani ed altri) dove il reading viene rappresentato a fronte di conferenze sull’ argomento. Soddisfatti dell’esperienza reading, nel gennaio, gli otto del ‘Meti’, iniziano le prove di ‘Perché non muore il fuoco’ uno spettacolo teatrale liberamente tratto dal libro ‘Tina’ di Pino Cacucci, che verrà rappresentato l’ 8 Marzo allo ‘Spazio Meti’, riscuotendo un discreto riscontro da parte del pubblico. Attualmente, a meno di un anno dalla nascita, il ‘Meti Theatre Ensemble’ continua il suo percorso di ricerca testuale e teatrale, non smettendo mai di proporre ad un pubblico sempre più vasto le sue rappresentazioni.

Lascia un commento