Sequestrati dalle fiamme gialle hashish e semi di canapa; beneventano ai domiciliari

IMG_1279Nell’ambito del dispositivo di controllo economico del territorio disposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Benevento, militari del Nucleo di Polizia Tributaria hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un cittadino beneventano per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Nel corso di un servizio predisposto nel capoluogo sannita, servizio teso alla prevenzione nonché alla repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti e/o psicotrope, una pattuglia delle fiamme gialle ha fermato una Fiat Punto, di proprietà di una Onlus (di cui peraltro riportava i colori di istituto) adibita a trasporto pubblico sanitario ed utilizzata prevalentemente a sostegno dei soggetti in emodialisi. All’interno dell’auto vi era mezzo panetto di hashish dal peso complessivo di circa 50 grammi. I militari hanno poi proceduto ad effettuare una perquisizione presso l’abitazione del soggetto che conduceva l’autovettura e che ammetteva la titolarità della sostanza. I militari, in esito alla perquisizione, hanno ritrovato 10 semi di canapa indiana ed un bilancino di precisione. 

Al termine delle attività tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro; ma l’automobile, al fine di non compromettere il servizio di pubblica utilità cui è destinata, è stata sottoposta a custodia giudiziale con facoltà d’uso al titolare della Onlus. 

Infine, giuste disposizioni del magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Benevento, il cittadino sannita trentacinquenne è stato arrestato con misura cautelare domiciliare in quanto ritenuto responsabile della detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti. La droga sequestrata avrebbe reso, sul mercato locale al dettaglio, non meno di 300 euro. Questa operazione testimonia il continuo e ininterrotto impegno delle fiamme gialle sannite al contrasto della diffusione di sostanze stupefacenti, soprattutto fra le fasce d’età più giovani.

Lascia un commento