Scontro totale

scontro totaleIl confine si è assottigliato. In quella terra di mezzo tra l’imponderabile e l’imponderato c’è ora il Benevento, quarto in classifica dopo ventinove turni, con la seconda miglior difesa e infiniti complimenti da ogni dove. La squadra di Baroni deve essere fiera di sé a prescindere da tutto, ma non appagata. Sta per iniziare un nuovo campionato, una sorta di “tutti contro tutti” costellato da insidie ed eventi a cui mai prima d’ora nel Sannio era capitato di assistere. Sei punti separano la Strega dal primo posto, cinque dall’uscita dalla zona play off. E come se non bastasse all’orizzonte ecco apparire due confronti diretti in rapida successione contro temibili inseguitrici. Ora l’Entella, la prossima settimana il Perugia. Hanno recuperato terreno là dietro, e lo hanno fatto velocemente. E’ bastata una settimana nera alla squadra di Baroni e a noi novizi della Cadetteria per capire sulla nostra pelle che nulla va dato per scontato. Il Novara in tre partite ha rosicchiato al Benevento ben otto punti, il Perugia tre, l’Entella sei, così come il Bari. I nemici stanno arrivando, si lanciano all’assalto, vanno respinti. E diciamolo pure chiaramente: i giallorossi negli ultimi tempi si sono visti voltare le spalle anche dalla fortuna. Con il Bari rigettati dalla traversa di Falco, con il Novara puniti da un episodio, contro la Salernitana murati dall’insuperabile portiere Gomis. Cattivi segnali a contraddistinguere un momento che si spera sia finalmente terminato. Già, perché il marzo pazzo della Strega può essere capovolto da uno scontro totale, quello con l’Entella imbattuta nelle ultime quattro trasferte e motivata dalla vittoria casalinga contro il Bari. Breda pare aver trovato la cura a tutti i mali affidando la ricetta a quello che i numeri indicano come il giocatore più incisivo dell’intero campionato.

Siani

Francesco Caputo di questa squadra non è “solo” il finalizzatore grazie alle sue quattordici reti, ma anche il rifinitore con i suoi sei  assist (solo Pazzini con diciannove gol e un passaggio vincente si è rivelato ugualmente prezioso in zona-gol). Alle spalle di Caputo c’è una squadra che vive il calcio senza pressioni, che ha voglia di correre e divertire. Elementi che ci consegnano la possibilità concreta di assistere a un match gradevole e aperto. La nostra è quantomeno una speranza che ci sentiamo di condividere con chi, in situazioni del genere, va a nozze. Il riferimento è chiaramente a Fabio Ceravolo, che con il gol alla Salernitana ha raggiunto l’undicesimo centro stagionale nonché la terza marcatura nelle ultime quattro gare. Sarà lui a fare gli onori di casa, ad aprire i cancelli del Vigorito al bombardiere avversario. Dopo la doppietta “senza portafoglio” dell’andata in Liguria, la Belva al Vigorito vuole far saltare il banco. Si prevedono scintille.

Francesco Carluccio per CorriereSannita

Scarica qui il numero 15 completo di GialloRossi news numero15web

Lascia un commento