Ritrovato un uomo caduto in un burrone nel Parco Regionale del Taburno

forestale-controlliIl personale dei Comandi di Stazione di Airola, Benevento e Montesarchio ha tempestivamente soccorso una persona, la quale si era infortunata all’interno dell’area protetta del Parco Regionale del Taburno. Infatti il cinquantenne di Montesarchio, mentre effettuava una escursione alla località “Pizzillo”, agro del comune di Bonea, è scivolato cadendo in un burrone, battendo violentemente il capo e procurandosi sia un vistoso taglio sulla fronte, quanto la frattura della spalla destra.

Prima di perdere i sensi il malcapitato è riuscito a dare l’allarme con il cellulare ad un Agente del Comando Stazione Forestale di Montesarchio, il quale prontamente ha organizzato le operazioni di ricerca allertando immediatamente la Sala Operativa CFS 1515.
Alle operazione di ricerca hanno partecipato il personale dei Comandi di Stazione del CFS di Airola, Benevento e Montesarchio unitamente a tre volontari, tra cui un militare dell’Esercito.
Dopo circa due ore di monitoraggio, rastrellando l’intero territorio decisamente impervio, l’uomo veniva ritrovato svenuto ed incastrato tra i cespugli. Pertato gli Agenti Forestali prontamente procedevano a garantirgli il primo soccorso e successivamente, con non poche difficoltà, riuscivano a trasportare il ferito a valle, dove ad attenderlo vi era il personale medico. Successivamente veniva urgentemente trasportato con codice rosso presso l’ospedale Rummo di Benevento. All’attualità il malcapitato non risulta in pericolo di vita e questo grazie al tempestivo soccorso fornito dagli uomini della Forestale.

Lascia un commento