Le reliquie dei beati beltrame quattrocchi a benevento

beltrame“Famiglia diventa ciò che sei” è il titolo della peregrinatio dell’urna delle reliquie dei Beati coniugi Luigi e Maria Beltrame Quattrocchi che sono esposte presso la Basilica di San Bartolomeo al Corso Garibaldi di Benevento nell’ambito del programma di Symbolum, il Festival della Fede promosso dall’Arcidiocesi in collaborazione con il Pontificio Consiglio per la Famiglia.
L’urna è stata accolta in città sabato scorso da S.E. Mons. Andrea Mugione, arcivescovo metropolita di Benevento, e resterà esposta alla venerazione dei fedeli per tutta la durata del Festival. Numerose anche le iniziative collegate a questo evento. Domani, alle ore 10.30, nella Basilica di San Bartolomeo, il cardinale José Saraiva Martins, Prefetto emerito della Congregazione vaticana per le Cause dei Santi, guiderà una meditazione sul tema “La famiglia e il suo compito educativo”. Alle ore 19.00, invece, il vicario foraneo per la zona pastorale Vitulanese, don Nicola Della Pietra, presiederà la Santa Messa a cui seguirà la testimonianza di Francesco Beltrame Quattrocchi, nipote dei beati.
Mercoledì 30 aprile, alle ore 19.00, la Santa Messa sarà presieduta dal vicario foraneo per la zona pastorale Tammaro, don Nicola Gagliarde. Alle 20 S.E. Mons. Vincenzo Paglia, Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia, terrà una meditazione su “Onora il padre e la madre”.
Il 1° maggio, sempre alle 19, Santa Messa presieduta da don Nicola Taddeo, vicario foraneo per la zona pastorale Caudina, a cui seguirà un’ora di spiritualità con catechesi a cura di padre Massimiliano Noviello, OFM Cap, postulatore per le Cause dei Santi.
Venerdì 2 maggio il programma prosegue con la Santa Messa delle ore 19 presieduta da don Franco Sampietro, vicario foraneo per la zona pastorale Fortore. Alle 20 S.E. Mons. Angelo Spinillo, Vescovo di Aversa, terrà la catechesi di apertura della “Notte della Fede” prevista nel centro storico cittadino in collaborazione con la Comunità Nuovi Orizzonti di Villaricca e la GI.FRA. Campania.
Il 3 maggio, infine, la Basilica di San Bartolomeo ospiterà la Festa Diocesana della Famiglia. Alle 18 l’Arcivescovo Andrea Mugione presiederà la Celebrazione Eucaristica ed al termine ci sarà il bacio della reliquia dei Beati.
Luigi Beltrame nacque a Catania il 12 gennaio 1880; adottato da uno zio senza figli, che gli dà il suo cognome, Quattrocchi, si trasferisce con lui a Roma dove studia Giurisprudenza. Qui conosce Maria Luisa Corsini, figlia unica di genitori fiorentini, di quattro anni più giovane. Le nozze vengono celebrate nella Basilica di S. Maria Maggiore il 25 novembre 1905. L’anno seguente nasce il primo figlio, Filippo, seguito da Stefania (nel 1908), Cesare (1909) ed Enrichetta (1914); crescendo abbracceranno tutti la vita religiosa. Luigi fu avvocato generale dello Stato; Maria, una scrittrice assai feconda di libri di carattere educativo. Il Papa li ha beatificati il 21 ottobre 2001, nel ventesimo anniversario della Familiaris Consortio. In quell’occasione, per la prima volta nella storia della Chiesa, abbiamo visto elevata alla gloria degli altari una coppia di sposi, beati non “malgrado” il matrimonio, ma proprio in virtù di esso.

Lascia un commento