Provincia, rinegoziati mutui con la cassa depositi e prestiti

rocca_bnAvviata l’istruttoria per rinegoziare anche per questo 2017 i prestiti intestati alla Provincia di Benevento da parte della Cassa Depositi e Prestiti.
E’ quanto ha disposto il Segretario Generale e Direttore della Provincia di Benevento Franco Nardone che ha impartito le opportune disposizioni in merito.
La misura consentirà alla Provincia di rimodulare la propria posizione debitoria e di liberare risorse finanziarie nel contesto degli interventi avviati da tempo per ridare ossigeno alle Casse della Rocca dei Rettori.
D’altra parte la rinegoziazione dei mutui con la Cassa Depositi e Prestiti è stata prevista dallo stesso Legislatore, come per gli anni precedenti, in considerazione della delicata fase economica che attraversano gli enti locali: è ben noto infatti che la sola Provincia di Benevento, qualora non cambi la Legge di Statibilità, dovrà consegnare allo Stato oltre 8 milioni di Euro per contribuire al ripiano del debito pubblico italiano.
Il Segretario Nardone ha invitato gli Uffici ad effettuare la ricognizione sui mutui ordinari a tasso fisso, variabile e flessibili e con importo residuo di almeno 10.000,00 euro su ogni singola posizione. La rinegoziazione consentirà di non pagare le rate in scadenza al 30 giugno 2017: il termine di adesione all’operazione da parte della Provincia resta fissato al 26 maggio prossimi.
Intanto, sempre nell’ottica del recupero dei crediti vantati dalla Provincia, il Segretario Generale Nardone ha firmato un provvedimento, dopo quello dei giorni scorsi, relativo alla iscrizione in ruolo di una seconda tranche di sanzioni non pagate nei termini per multe elevate dal Corpo di Polizia Provinciale tra il 1° gennaio e il 31 dicembre del 2014 per inosservanza del Codice della Strada. L’importo di questa seconda tranche di iscrizione a ruolo è pari ad oltre 23mila Euro.

Lascia un commento