Primi fondi Psr, indennità compensative premiano aree interne

IMG_1565Arrivano i primi soldi del PSR 14/20. Agea ha messo in pagamento le indennità compensative a favore degli agricoltori delle zone svantaggiate e di montagna (misura 13). La parte del leone è sicuramente a favore delle aree interne della Campania. “Dai nostri uffici – spiega Alfonso Carbonelli, responsabile regionale del Caa Coldiretti Campania – sono state predisposte oltre 8.000 domande di misure a superficie e di queste al momento ne sono state pagate quasi 4.600 domande per un valore complessivo di oltre 14 milioni di euro. Restiamo in attesa che si sblocchino i pagamenti per le altre misure in istruttoria presso la Regione”. 

Al Caa Coldiretti, che rappresenta circa la metà del totale delle domande presentate e liquidate, risultano per la provincia di Avellino quasi 1.700 istante per un totale di oltre 6,2 milioni di euro di contributi; per la provincia di Benevento poco meno di 2.000 istante per un totale erogato di quasi 5,9 milioni di euro; per la provincia di Caserta circa 140 domande per oltre 260 mila euro; la provincia di Napoli vede 5 richieste e poco meno di 4 mila euro; infine Salerno con circa 860 istanze e oltre 1,7 milioni di euro erogati.

La misura 13 contribuisce, attraverso l’erogazione di indennità compensativa, alla prevenzione dell’erosione dei suoli e della migliore gestione degli stessi ed alla salvaguardia, il ripristino ed il miglioramento della biodiversità, al mantenimento dell’attività agricola in zone di montagna, zone soggette a vincoli naturali significativi e zone con vincoli specifici. Pertanto, la misura contribuisce alla stabilità delle comunità rurali ed agisce da supporto alla promozione di azioni di sviluppo locale e alla mitigazione dei cambiamenti climatici grazie alla conservazione delle attività agricole.

Lascia un commento