‘Progetto Provaci’ a sostegno della valorizzazione storico-artistica dell’antica Cerreto

benevento_chiostro[1]Domani alle ore 12:00, presso l’Auditorium ‘Gianni Vergineo’, Complesso Monumentale Santa Sofia, si terrà la conferenza stampa di presentazione del ‘Progetto Provaci’: recupero, promozione e valorizzazione dell’Area Archeologica Cerreto ‘vecchia’ nel Comune di Cerreto Sannita.

 Sarà inoltre firmato l’accordo di collaborazione tra il Comune di Cerreto Sannita, Stress S.c.ar.l (Sviluppo Tecnologie e Ricerca per l’Edilizia Sismicamente Sicura ed Ecosostenibile), Dipartimento di Lettere e Beni Culturali della Seconda Università degli Studi di Napoli, Gal Titerno S.c.ar.l. – Agenzia di Sviluppo Locale.

 Interverranno Guido Trombetti, vicepresidente della Regione Campania con delega alla Ricerca Scientifica e all’Innovazione, Pasquale Santagata, sindaco di Cerreto Sannita, Renzo Morone, vicesindaco di Cerreto Sannita, Ennio Rubino, presidente Stress, Marcello Rotili, ordinario Seconda Università degli Studi di Napoli, Antonio Ciabrelli, presidente Gal Titerno, Elio Mendillo, amministratore delegato Gal Titerno.

 Il ‘Progetto Provaci’, che si avvale dei fondi Pon Ricerca e Competitività, affronta il tema combinato di sicurezza strutturale/valorizzazione del costruito storico attraverso lo sviluppo di tecniche e metodologie integrate per la protezione, la tutela, la riqualificazione sostenibile e la valorizzazione di siti e strutture di interesse storico-artistico, con riferimento sia ad organismi edilizi che a siti archeologici, a livello di singolo edificio e a scala territoriale. Esso prevede lo sviluppo di sistemi innovativi per la valutazione della vulnerabilità; l’integrazione dei processi di conoscenza (diagnostica, identificazione strutturale, modelli di calcolo); lo sviluppo e la sperimentazione di materiali e soluzioni innovative per interventi di miglioramento; la valutazione di sostenibilità (incluso cantierabilità, reversibilità e durabilità) delle soluzioni individuate; lo sviluppo di metodologie innovative per la valorizzazione e la fruizione dei siti. La fase di dimostrazione e’ prevista ai diversi livelli in cui opera il progetto e realizza attività in diversi siti tra cui ‘Cerreto vecchia’ ed il monastero di Ocre (l’Aquila).

Lascia un commento