Polo oncologico di Sant’Agata de’ Goti è salvo e diviene presidio del Rummo di Benevento

Il presidio ospedaliero ‘Sant’Alfonso Maria de’ Liguori’ di Sant’Agata dei Goti sarà annesso all’ospedale ‘Rummo’ e diventerà polo oncologico. A stabilirlo il decreto commissariale n. 54 del presidente della Regione Campania. L’azione si concretizzerà il primo gennaio 2018 e consentirà l’interazione tra le due strutture. L’azienda ospedaliera conserverà la conduzione dell’Emergenza Urgenza, mentre il presidio ospedaliero di Sant’Agata avrà la gestione del polo oncologico.

“Il Polo oncologico al Sant’Alfonso Maria de’ Liguori di Sant’Agata de’ Goti è un’importante conquista per il territorio sannita. La istituzione di servizi superiori in campo medico specialistico è una delle precondizioni per la crescita di una comunità e questo insediamento costituisce anche il riconoscimento del valore e delle potenzialità del Presidio Ospedaliero di quella città”; così il Presidente della Provincia di Benevento Ricci ha commentato la notizia. Ricci ha ricordato che il Consiglio Provinciale di Benevento fu appositamente convocato lo scorso anno su questo argomento. Il Consiglio, ponendosi al servizio del territorio e dei cittadini, chiese, ha ancora ricordato Ricci, con forza che fosse riqualificata e rilanciata l’offerta sanitaria sul territorio di un’area importante e strategica come quella di Sant’Agata de’ Goti che fa da interfaccia tra la Valle caudina sannita e il territorio casertano. “Abbiamo dunque lavorato come Provincia per rispondere ad oggettive esigenze dei cittadini di un comprensorio sovraprovinciale, ma anche per conferire senso compiuto agli ingenti investimenti infrastrutturali per la costruzione del nosocomio di Sant’Agata de’ Goti e per il completamento delle strade al suo servizio a partire dalla Fondo Valle Isclero” – ha dichiarato Ricci che ha proseguito: “Siamo davvero lieti perché la Regione e il Commissario ad acta Vincenzo De Luca abbia favorevolmente accolto le nostre tesi che erano peraltro supportate da documentate argomentazioni. La Regione Campania, anche per il sinergico lavoro compiuto con i rappresentanti istituzionali e con il Sottosegretario di Stato alle Infrastrutture, ha espresso in questa vicenda un grande riguardo nei confronti del Sannio” – ha concluso il Presidente.

Anche il Consigliere provinciale Renato Lombardi, che presentò la mozione in Consiglio provinciale sul Polo oncologico, ha voluto esprimere il proprio compiacimento per il decreto n. 54/2017. “La decisione del Commissario” ha dichiarato Lombardi – “rilancia l’Ospedale di Sant’Agata de’ Goti: esso, infatti, diventa un polo di alta specializzazione oncologica che si pone al servizio non solo dei sanniti, ma anche dei cittadini del casertano, che difatti avevano essi stessi sollecitato, attraverso le Istituzioni e le Associazioni, tale provvedimento. Ringrazio il Presidente della Provincia Ricci, il consigliere regionale Mortaruolo, il Sottosegretario Del Basso De Caro ed il Governatore De Luca per quanto hanno voluto e saputo fare per questo insediamento”.

Lascia un commento