Per l’attacco è confermato che il Benevento sta seguendo anche la pista del sardo Marco Sau

Sfumato Mancuso, anche se Vigorito ha dichiarato di non averlo mai trattato ufficialmente, il nome nuovo per rafforzare l’attacco dove salgono le quotazioni di una conferma di Coda è quello di Marco Sau, 32 anni, attualmente alla Sampdoria dopo alcuni anni al Cagliari e che nelle ultime due stagioni anche a causa di qualche piccolo problema fisico non ha giocato con continuità (complessivamente 18 presenze), ma il cui profilo pare non dispiacerebbe a Inzaghi sia per l’esperienza che per l’indiscussa tecnica. Sau è un attaccante moderno che nasce come punta centrale, ma le sue caratteristiche fisiche e l’attinenza tattica sommate a una buona tecnica, velocità e resistenza fanno di lui una seconda punta ideale, abile a disimpegnarsi con entrambi i piedi. Insomma, se sta bene in cadetteria può fare la differenza. Anche se vige il riserbo assoluto, la società sta sondando anche altri profili sul mercato degli attaccanti visto che con la partenza di Iemmello sia pure numericamente si cercherà un altro profilo. Oltre a Sau restano le candidature di Dionisi, Vido, l’ex Ceravolo, Melchiorri. L’arrivo nel Trentino di Vigorito che si tratterrà a Pinzolo per alcuni giorni anche per definire le varie trattative avviate potrebbe portare ad una svolta. Per il centrocampo confermate le piste Schiattarella, ma il Benevento giustamente non vuole pagare indennizzi alla Spal e di Falzerano, anche se alla luce dell’ultima stagione, considerato che si sta operando con il miglioramento della vecchia rosa, sarebbe auspicabile l’arrivo di un giocatore di fisicità che è mancato in alcune fasi della stagione. Troppi pesi leggeri non farebbero al caso anche per rendere il reparto centrale più variegato e soprattutto dare polmoni e “presenza” in un torneo notoriamente durissimo. Nel corso del ritiro saranno valutate approfonditamente anche le condizioni di Cristian Maggio che anche Inzaghi ha confermato come capitano nella prima uscita di ieri contro il Pinzolo. Se le risposte saranno positive si resterà così considerato che a sinistra al di là di Letizia ormai destinato a restare a meno di sorprese, può giostrare ed è il suo ruolo naturale Oliver Kragl che nella prossima settimana diventerà a tutti gli effetti del Benevento. Infine per quanto concerne le cessioni in stand by Improta che era inizialmente in lista di partenza ma che potrebbe essere confermato per la duttilità ed eventualmente effettuare cambi moduli in corsa.

Lascia un commento