Operazione Riscatto

operazione riscattoLa serie B non si smentisce mai. Provate a prendere la classifica considerando unicamente gli ultimi cinque turni e poi confrontatela con quella generale. Saranno tante le posizioni a risultare capovolte. Tra queste, è inevitabile, anche quella del Benevento. La squadra di Baroni con 5 punti negli ultimi 450 minuti fa compagnia a Perugia, Spezia, Pisa e Trapani al penultimo posto tra le squadre che hanno fatto peggio nell’arco di tempo considerato. Malissimo la Ternana, che dopo il pari esterno ottenuto contro il Carpi ha collezionato quattro sconfitte consecutive. Le Fere, che in settimana hanno accolto in panchina Gautieri al posto di Carbone, chiudono la speciale classifica assumendosi l’onere di esserne il fanalino di coda. In testa vi troviamo il Vicenza, con 11 punti, seguito dalla Spal (10), unica insieme al Cittadella (9) a tenere alto l’onore delle apripista. Anche Verona (7) e Frosinone (6) hanno denotato un calo fisiologico ai limiti del preoccupante. A questi fattori va aggiunta la variabile rappresentata dal mercato, di cui parliamo approfonditamente nelle pagine interne di questo numero. Tanti i “colpi gobbi” ma anche diverse le incognite che si sono susseguite in questi primi venticinque giorni di trattative. E’ un periodo che di certo non lascia sereni gli allenatori, impegnati più che mai nel provare a schierare l’undici migliore per il weekend. Per Baroni, poi, ultimamente disporre in campo le pedine sembra essere diventata addirittura un’impresa impossibile A Ferrara il suo Benevento ha indossato l’abito inedito del 3-4- 3, unica scappatoia ad una penuria di centrocampisti, costruttori di gioco ed esterni in condizione fisica accettabile per tentare di giocarsi quantomeno alla pari lo scontro diretto con gli estensi. Eppure, nonostante le innumerevoli attenuanti, la Strega è riuscita a restare in gioco fino al novantesimo e ha perfino sfiorato il pari con Cissé prima di addormentarsi in occasione del 2-0 di Floccari. Una sconfitta, quella del Mazza, che potrebbe essere salutare per Lucioni e compagni, a patto che la retta via venga imboccata nuovamente contro il Carpi, squadra che in trasferta ha raccolto più di qualunque altra. Nei prossimi cinque turni sapremo certamente tanto su questo Benevento e sulle sue ambizioni. Dopo gli emiliani, toccherà confrontarsi con la corazzata Verona prima delle due sfide con Latina e Pro Vercelli che anticiperanno l’atteso confronto interno contro un Bari particolarmente attivo in sede di mercato. Ma gli ostacoli vanno superati uno per volta, e già il primo si presenta molto insidioso. Con umiltà, spirito e talento, si può fare.

Francesco Carluccio per CorriereSannita

Scarica qui il numero 11 completo di GialloRossi news numero11

 

 

 

 

Lascia un commento