Nuove risorse per l’azienda ospedaliera Rummo di Benevento

ospedale-rummo-beneventoL’attuale Management dell’Azienda Ospedaliera “G. Rummo” di Benevento, nella sua collegialità, si è insediato nella seconda metà di settembre. Sin dall’inizio, ha potuto toccare con mano pregi e difetti del Nosocomio; un Ospedale che, se da un lato ha registrato nei primi anni Duemila un’importante crescita, dall’altro ha subito dal Duemilasette le conseguenze del piano di rientro. Recentemente, la Presidenza della Regione Campania, anche a seguito del ripiano del proprio bilancio in sanità, è tornato con novella forza a programmare in termini di qualità dell’assistenza, permanendo tuttavia in piano di rientro per l’insufficiente punteggio raggiunto nel calcolo degli indicatori relativi al mantenimento dei Livelli Essenziali di Assistenza, oggetto di un recente aggiornamento nazionale. L’impegno della Regione, e, quindi di tutte le strutture sanitarie, è diventato quello di aumentare la qualità dell’assistenza, pur rimanendo entro i limiti di bilancio imposti dalle risorse assegnate dal riparto nazionale. La situazione che i nuovi Direttori Generali si sono trovati ad affrontare è quindi ben diversa da quella del passato. Essi sono chiamati a raggiungere risultati di efficacia e appropriatezza (rispettando i vincoli dell’efficienza e economicità) e a riorganizzare le proprie aziende avendo scarso margine decisionale, dovendo rispondere ai vari decreti commissariali che forniscono inequivocabilmente stringenti parametri organizzativi e ben definiti tetti di spesa in tema di posti letto, personale e via dicendo. In questo contesto, per evitare che vengano diffuse informazioni  incomplete o (peggio ancora) non corrette, oggi nasce l’esigenza di aggiornare la cittadinanza su alcune novità e sulle principali azioni realizzate o in itinere.

L’Azienda è stata oggetto in questi giorni di un importante finanziamento per l’efficientamento energetico dell’ammontare di circa € 2.000.000 (DGRC 154/2017); si è trattato di un ottimo risultato (peraltro non generalizzato, riguardando solo altre 4 Aziende campane), che consentirà importanti azioni. Inoltre, si sono concluse le procedure di selezione per l’acquisizione di 7 medici dell’urgenza, nonché di 7 anestesisti e sono stati immessi in ruolo i primi infermieri attinti dalla graduatoria scaturita dalla recente selezione completata. L’arrivo dei primi medici d’urgenza, oltre a dare sollievo al Pronto Soccorso, consentirà in tempi brevissimi l’apertura dell’Osservazione Breve Intensiva, i cui lavori si sono già conclusi.

Un’ulteriore novità degna di nota riguarda alcuni importanti aspetti strutturali. Dopo anni di inaccettabile attesa per operatori e cittadini, l’attuale Management è riuscito a dare nuovo impulso ai diversi cantieri avviati negli scorsi anni. In particolare, sono ricominciati i lavori per l’apertura di alcune degenze del DEA e della nuova UTIC, che si prevede di inaugurare per il prossimo ottobre.

Nel frattempo, sul piano organizzativo, l’Azienda ha avviato rapporti più stabili con l’ASL di Benevento (ratificati con la stipula di uno specifico Protocollo d’intesa) e ha completato importanti adempimenti (l’emanazione del tanto atteso regolamento ALPI, l’approvazione del piano della performance con il conseguente avvio del controllo di gestione e l’approvazione del piano di efficientamento sanitario richiesto dalla normativa vigente) o li sta portando a termine (l’assetto di tutti i coordinamenti e le posizioni organizzative del comparto).

Dal punto di vista tecnologico, infine, l’Azienda ha ricominciato a mobilizzare risorse acquistando beni per un ammontare di circa € 3.000.000, tra cui l’installazione di una seconda RMN, che, in un’ottica di continuità assistenziale, potenzierà l’offerta di prestazioni per la popolazione di Benevento e provincia.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento