Il sannita Nino Pascale è il nuovo presidente di Slow Food Italia

nino-pascaleUn sannita guiderà il vertice nazionale di Slow Food Italia. Gaetano “Nino” Pascale, nato a Telese Terme e residente a Guardia Sanframondi, è stato eletto nuovo presidente dal congresso nazionale. Prende il posto di Roberto Burdese.

“Ora dobbiamo fare in modo che il patrimonio più importante dell’associazione, cioè le persone, siano messe nelle migliori condizioni possibili per dedicare le proprie energie e la propria volontà a tutte le buone cause che Slow Food sostiene ogni giorno – dichiara Pascale – Vorrei ringraziare tutti i candidati e chi ha partecipato, in sede e sui territori, alla riuscita di questo fantastico Congresso, che segna una fase di svolta. E cominciamo domattina dimenticandoci per chi abbiamo votato: non esistono più due squadre, ma un’unica, grande associazione”.

Agronomo, Pascale è attivo nell’associazione fin dal 1997, dove ha ricoperto la carica di presidente di Slow Food Campania e docente ai Master of Food per i corsi di vino e olio. Daniele Buttignol si riconferma segretario nazionale, mentre entrano a far parte della squadra dirigente Lorenzo Berlendis, lombardo e consigliere nazionale di Slow Food, Sonia Chellini, ex presidente di Slow Food Umbria, e Francesca Rocchi, ex presidente di Slow Food Lazio.

Il Commissario straordinario della Provincia di Benevento Aniello Cimitile si è dichiarato molto lieto per la elezione di Pascale e gli ha inviato un caloroso messaggio di auguri e di buon lavoro. “Il voto che ha portato Pascale a guidare per i prossimi quattro anni l’importante sodalizio, che tante benemerenze si è conquistato e tanti buoni messaggi culturali ha prodotto, è un significativo riconoscimento – ha detto Cimitile – sia per le indubbie qualità del neo presidente, sia per il territorio da cui proviene e che egli rappresenta. Sono certo – ha concluso il Commissario – che, come recitava il suo slogan nel Congresso di Riva del Garda, egli saprà tutelare le eccellenze del presente per seminare il futuro, contribuendo a valorizzare definitivamente le aree interne”.

pascale-presidente

Lascia un commento