Raccolta di firme a sostegno del semipresidenzialismo, è questa la prossima battaglia del Ncd

13663467293_e41c50c7e8_o[1]Parte la raccolta di firme per i progetti di legge di iniziativa popolare presentati da Ncd. Gli obiettivi sono l’introduzione dell’elezione diretta del Presidente della Repubblica, la riforma del sistema giudiziario e di quello fiscale. Anche il Nuovo Centrodestra Benevento sostiene quindi i tre progetti di legge e si mobilita per presentare ai cittadini le proposte di riforma e raccogliere le firme.

“Vogliamo riscrivere la nostra forma di Governo in senso semipresidenziale– spiega il coordinamento Ncd – facendo scegliere ai cittadini, con l’elezione diretta, il Presidente della Repubblica che presiederà anche il Consiglio dei Ministri ed il cui mandato durerà 5 anni. Puntiamo inoltre a un sistema giudiziario a misura d’uomo ed a riequilibrare la bilancia con parità fra accusa e difesa, ponendo freno alle degenerazioni correntizie ed alla giustizia domestica. Tra i punti previsti dal progetto di legge costituzionale vi sono la separazione delle carriere tra giudici e pubblici ministeri, l’istituzione di due diversi Consigli Superiori della Magistratura (uno per quella giudicante e l’altro per la requirente), l’affidamento ad una Corte esterna del giudizio disciplinare, la limitazione dell’appellabilità delle sentenze di proscioglimento ai soli casi  previsti dalla legge e l’introduzione della responsabilità per i magistrati al pari degli altri funzionari e dipendenti dello Stato. Riteniamo sia subito necessario anche un nuovo patto fiscale orientato alla tutela della famiglia, alla crescita ed all’equità. Il progetto che proponiamo prevede un’aliquota unica al 20% sui redditi da lavoro e da pensione delle persone fisiche con una no tax area di 7.000 euro senza le attuali discriminazioni fra le diverse tipologie di reddito. Un’aliquota addirittura inferiore a quella attuale minima, che è pari al 23%, ma la semplificazione del sistema e la drastica riduzione dell’imposizione fiscale indurranno processi di crescita economica, incentivando l’aumento della produttività, e favoriranno l’emersione di base imponibile sommersa. La progressività del sistema sarà comunque garantita con detrazioni fortemente modulate sui carichi di famiglia e con una no tax area decrescente al crescere del reddito”.

“Nelle prossime settimane” – conclude il coordinamento Ncd – “Saremo nelle piazze con i nostri Sindaci, amministratori, consiglieri comunali, dirigenti di partito e sostenitori per coinvolgere la cittadinanza nel processo di riforma di tre materie di fondamentale importanza”.

Lascia un commento