Moiano, bracciante agricolo in manette. Deteneva arsenale di armi e munizioni

A Moiano, nell’ambito dei controlli del territorio tesi a contrastare i reati in materia predatoria e per il controllo in materia di armi, questa mattina i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Montesarchio hanno tratto in arresto F.G. bracciante agricolo 57enne del luogo. Nel corso perquisizione locale effettuata dai militari nell’abitazione e nelle relative pertinenze dell’agricoltore-allevatore, nella stalla attigua al suo domicilio, dove lo stesso alleva bestiame, sono state rinvenute e sequestrate le seguenti armi:
− FUCILE CARABINA MARCA ANSCHUTZ CAL 22 LR;
− PISTOLA CAL. 22 MARCA STAR CON UN CARICATORE INSERITO CON 10 COLPI, DI CUI UNO IN CANNA CAL. 22;
− FUCILE CARABINA CAL. 22 LR MARCA MARLIN CON RELATIVO CARICATORE E CANNOCCHIALE DI PRECISIONE MONTATO SUL CASTELLO;
− PISTOLA A SALVE MARCA BRUNI POLIS 8 MM COMPLETA DI CARICATORE PRIVA DI TAPPO ROSSO;
− PISTOLA MONOCOLPO PRODUZIONE ARTIGIANALE CAL. 22 FLOBERT PERFETTAMENTE FUNZIONANTE, PRIVA DI MATRICOLA E MARCA;
− COLTELLO DA CACCIA MARCA THE LAST FIGHTER, CON LAMA DI CM 16;
− COLTELLO DA CACCIA MARCA THE LAST FIGHTER, CON LAMA DI CM 21;
− 2 COLTELLI DA CACCIA CON LAMA DI CM 18 E CM 11 MARCA ROBINSON;
− UN COLTELLO DA SUB INOX CON LAMA CM 15;
− N. 908 CARTUCCE DI VARIO TIPO, MARCA E CALIBRO;
− N. 21 RAZZI DA SEGNALAZIONE PER PISTOLA LANCIA RAZZI;
− N. 6 CARICHE DA LANCIO PER RAZZI DA SEGNALAZIONE;
− UN CONTENITORE IN ALLUMINIO VUOTO CON TAPPO CON ALL’INTERNO GR. 222,00 DI POLVERE DA SPARO TIPO GM3.

Durante la perquisizione è stato fatto intervenire un tecnico di supporto per la catalogazione e la messa in sicurezza delle citate armi e del suddetto materiale esplodente.
Sono in corso le attività investigative per stabilire a cosa potessero servire le armi rinvenute e/o se fossero state usate per qualche episodio criminoso.
Il bracciante, pertanto, dopo le consuete formalità, è stato arrestato con l’accusa di detenzione abusiva di armi clandestine e munizioni e ricettazione e, su disposizione del Sostituto Procuratore di Turno, è stato ristretto presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare.

Lascia un commento