Moiano, nascondeva ordigno esplosivo artigianale e armi. 67enne arrestato dai Carabinieri

Continua incessante l’opera di prevenzione e repressione in ordine al contrasto di attività illecite disposta dal Comando Provinciale Carabinieri di Benevento.
Nell’ambito di detti controlli, nella mattinata odierna, militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Montesarchio (BN), nel corso di un’operazione svolta ambito comuni di Moiano (BN), Montesarchio (BN) e Bucciano (BN) nel corso della quale venivano eseguite numerose operazioni di perquisizioni personali/veicolari e domiciliari con l’ausilio di unità cinofili di Sarno (SA), hanno tratto in arresto un 67enne censurato, originario di Moiano (BN), poiché ritenuto responsabile di detenzione abusiva di armi clandestine, detenzione illegale di esplosivi, ricettazione e detenzione abusiva di munizioni.
Nel dettaglio, all’esito della perquisizione domiciliare, i militari, in un fienile attiguo all’abitazione, rinvenivano ben occultati un ordigno esplosivo artigianale del peso di kg. 1,2, due fucili a canne mozze, una pistola semiautomatica marca Beretta cal.9, oltre 300 cartucce di vario calibro e targhe di autovetture di provenienza furtiva.
Sul posto si portava anche personale del Nucleo CC Artificieri di Napoli che provvedevano alla messa in sicurezza dell’ordigno esplosivo.
Tutto il materiale rinvenuto veniva sottoposto a sequestro e sono in corso ulteriori indagini al fine di verificarne sia la provenienza che l’utilizzo. L’arrestato veniva associato alla Casa Circondariale di Benevento a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
L’operazione che ha visto sicuramente premiata la sagacia dei Carabinieri, si inserisce in una più vasta politica di contrasto alla criminalità anche in virtù degli ultimi episodi registratisi nella zona interessata dall’odierna operazione.

Lascia un commento