Laboratorio per la marijuana sotto il letto, arrestato giovane a San Giorgio del Sannio

droga-sangiorgioCARABINIERI – Continua senza sosta l’attività antidroga dei Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Benevento che, nella mattinata odierna, nell’ambito di un’operazione antidroga, hanno arrestato in flagranza di reato Michele Barbato, 25enne, di San Giorgio del Sannio.

I Carabinieri, che da diversi giorni erano sulle sue tracce, nel corso degli opportuni servizi avevano notato all’ingresso del centro cittadino di San Giorgio del Sannio uno strano andirivieni di persone sospette, che si dirigevano nei pressi della sua abitazione. Pertanto, questa mattina, i militari decidevano di controllare e verificare e, nel corso della perquisizione domiciliare all’interno della propria camera, in un sottofondo ricavato sotto il proprio letto, rinvenivano circa 30 grammi di marijuana in parte suddivisa in dosi, già confezionate con il cellophane, pronte per essere cedute agli acquirenti rinvenute in una piccola scatola di latta.

Nel corso delle ricerche i carabinieri, all’interno della stesso sottofondo, recuperavano altresì il materiale e gli strumenti atti alla preparazione della droga, come un bilancino di precisione, il cellophane, 3 forbicine, delle cartine per la preparazione degli spinelli e un “Grinder” una sorta di trituratore a mano composto da due piccoli dischi in metallo con dei risalti, che servono per triturare e preparare la sostanza stupefacente.
Inoltre veniva rinvenuta e sequestrata la somma in contanti di 80 euro in banconote da 10 e 50, ritenuta provento dell’attività di spaccio al dettaglio dello stupefacente.
Il prevenuto, dopo essere stato condotto presso gli Uffici del Comando Provinciale di via Meomartini, veniva dichiarato in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, e, quindi, dopo le formalità di rito, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno, dott. Arturo De Stefano, veniva sottoposto agli arresti domiciliari.

Lascia un commento