A lezione di Del Donno: si studia l’arte al Polo Museale di Santa Croce del Sannio

Ad un mese dal novantesimo compleanno di Antonio Del Donno, continuano gli eventi in onore del Maestro. A S.Croce del Sannio si è tenuto un laboratorio grafico-pittorico con gli alunni della scuola primaria del comune sannita, plesso dell’istituto comprensivo Eduardo De Filippo di Morcone (maestre Franca Maselli e Rosanna Cicala, dirigente Giovanna Leggieri). Oltre ai componenti dell’istituto scolastico erano presenti il consigliere delegato alla scuola e all’istruzione Damiano Lidia, il consigliere comunale Andrea Sodano e l’assessore comunale ai lavori pubblici e cultura Angelo Cassetta, nonché la dottoressa Nicolina Zeoli e la professoressa Alfonsina Paoletti.
L’evento si è sviluppato in due giorni: venerdì i bambini sono stati a palazzo Vitelli (polo museale Antonio Del Donno) dove la dottoressa Zeoli ha illustrato e spiegato le opere del maestro prima che gli alunni realizzassero dei lavori ispirandosi alla pittura di Del Donno (arte povera, esplosione di colori, l’amore per la pittura).

L’indomani hanno continuato l’attività di laboratorio e in presenza del Dirigente scolastico, i consiglieri comunali, l’assessore e la figlia del maestro Annarita Del Donno, sono stati presentati i disegni dei bambini. La figlia del maestro, ha portato i saluti del padre e si è trattenuta con la scolaresca raccontando aneddoti e curiosità legati alla vita dell’artista. “E’ stato davvero commovente vedere tanti bambini entusiasti dei loro lavori – ha dichiarato Annarita Del Donno – e desiderosi di farli pervenire al maestro; mi ha fatto ricordare quando mio padre, docente di educazione artistica, ritornando da scuola mostrava orgoglioso i disegni dei suoi alunni. La grande umiltà e sensibilità che ha sempre contraddistinto mio padre, con l’avanzare dell’età lo hanno reso emotivamente fragile e incontri di questo tipo, di forte impatto, gli causano poi uno stato d’animo nostalgico. Questo il motivo per cui non sempre si sente di prendere parte agli eventi organizzati in suo onore”. La mattinata si è conclusa con la donazione da parte degli alunni di una tela realizzata a più mani dai piccoli artisti e di una sediolina in legno realizzata ispirandosi ad un lavoro del maestro

Lascia un commento