L’Asia chiude il bilancio 2013 con 700mila euro di utile

news_foto_2649_lucio_lonardo[1]Il dato che è emerso dalla conferenza stampa indetta ieri dall’Asia è di un utile, per l’anno 2013, di circa settecentomila euro, ma altrettanto chiara appare la distanza tra il presidente dell’Azienda, Dott. Lucio Lonardo ed il sindaco di Benevento, Fausto Pepe, sulla vertenza dei tre lavoratori degli ex Consorzi Rifiuti.

Nel contempo, i titolari dell’Azienda, forti dell’utile registrato, affermano che il loro desiderio è di vedere impiegato l’utile per l’acquisto di nuove attrezzature necessarie a migliorare i servizi offerti ai cittadini che non per questo però vedranno diminuire la Tasi. Quest’ultima, stando a quanto detto in conferenza, diminuirà probabilmente l’anno prossimo in base all’approvazione del bilancio preventivo del 2014 che prevede un’ulteriore riduzione.

Nello stesso ambito di discussione, il direttore tecnico dell’Azienda, Massimo Romito, ha colto l’occasione per tracciare un quadro delle attività di pulizia del verde pubblico realizzate dall’Asia. Romito ha infatti affermato che: “L’85% delle aiuole sono state riqualificate, intervenendo in maniera totale nel taglio dell’erba e nella pulizia”. Tali lavori di recupero dovrebbero terminare entro fine luglio, mentre a settembre si darà il via alla potatura degli alberi ed al confronto con i comitati per l’istituzione dei giardinieri di quartiere. Lo stesso direttore ha anche precisato che: “All’Asia non è stato affidato tutto ciò che è il verde cittadino; molti cittadini ci chiamano perché vogliono che si puliscano aree private o scarpate, ma molte sono di proprietà della Provincia. Le cunette ad esempio non spettano a noi, quello che sembra in stato di abbandono non è di nostra competenza”.

Nel corso della conferenza stampa, inoltre, è stata presentata anche la V edizione del progetto per studenti e designer intitolata ‘Riclamente’: un concorso di idee, organizzato in collaborazione con ‘Artèteco’, nel quale i partecipanti dovranno reinventare in maniera artistica prodotti di scarto e rifiuti.

Lascia un commento