La Musical Art, grazie alla sirenetta Ariel, ha fatto sognare Benevento

Spettacolare la Musical Art di Simona Morelli con “Ariel, vivi il tuo sogno”, andato in scena venerdì 5 aprile presso il Teatro Massimo di Benevento.
Un susseguirsi di scene che si sono alternate tra abissi e terraferma, in cui si sono intricate le più celebri, divertenti ed emozionanti vicende di una storia senza tempo tratta dal libro “La sirenetta” di H. C. Andersen.
Impeccabile il cast che tra canzoni coinvolgenti, spumeggianti coreografie ed articolate dinamiche narrative, è riuscito ad entusiasmare la colma platea facendole vivere la fantastica atmosfera che si trova in fondo al mare.
Eccezionali tutti i personaggi e i relativi interpreti: la sognante sirenetta Greta Polinori, l’impervio principe Pasquale Ambrosio, la perfida strega del mare Federica Boragine, l’amorevole granchio Pellegrino Varricchio, l’imponente re del mare Andrea De Luca, le viscide murene Antonio Anzalone e Gaetano Ciampa, lo svampito gabbiano Ilenia Panella, il premuroso tutore del principe Mario Grazio Balzano, il frizzante pesciolino Marta Santarcangelo, le bellissime figlie di Tritone Francesca Cavaiuolo, Assunta De Figlio, Martina Formichella, Valentina Girardi, Silvia Mantini e Alessandra Masone, i favolosi gabbiani, marinai e creature della laguna Chiara Ciaramella, Arianna D’Ambrosio, Marina Falzarano, Antonella Mainolfi, Virginia Pascarella, Annarita Porrino e Gabriella Ruggiero, allieve della scuola di danza “Le Cygne” di Antonio Anzalone in Arpaia.
Diversi i colpi di scena e i coinvolgimenti emotivi che hanno scatenato l’entusiasmo e l’apprezzamento del pubblico presente, che hanno raggiunto il loro apice durante la scena che narra il festoso mondo in fondo al mare e il coronamento del sogno di Ariel con il matrimonio con il principe Eric sul finale.
Nulla è stato lasciato al caso partendo dalle accurate scenografie, dai molteplici effetti video e luci per rendere al meglio le scene della storia, fino all’attrezzeria utilizzata fedele alle ambientazioni di riferimento apprezzata da grandi e piccini con il medesimo stupore. Alla guida della Musical Art, oltre alla direttrice Simona Morelli che da anni propone spettacoli di altissimo livello affidandosi a professionisti del settore, non poteva che esserci la regia della già capo balletto e responsabile artistica della Compagnia della Rancia e diplomata alla scuola del Teatro dell’Opera di Roma Stefania Pacifico che con maestria, ingegno, passione, professionalità ed entusiasmo ha curato ogni minimo particolare dell’intero spettacolo.
Si può tranquillamente affermare che il pubblico ha preso ben parte al fantastico mondo della Musical Art permettendole di avverare il sogno di qualsiasi compagnia di artisti: sentire il calore e l’entusiasmo di un’intera platea che, a suon di applausi, ti accompagna nel fantastico mondo in fondo al mare.

Lascia un commento