La iReplace finalmente sorride, Potenza ko

IMG_1251Torna finalmente alla vittoria la iReplace Accademia che nella ventiduesima giornata del campionato di B2 nazionale batte il Centro KOS Potenza con il punteggio di 3-0 (25-13, 25-8, 25-8). Sul parquet del Palaparente, le giallorosse non commettono passi falsi e superano le avversarie senza particolari affanni e difficoltà. Contro l’ultima della classe, unica squadra ancora ferma a zero punti, la iReplace riesce finalmente ad interrompere un digiuno di vittorie che durava dal 28 gennaio e ad incamerare tre punti preziosissimi sia per la classifica che per il morale che, in queste settimane, era rimasto fortemente condizionato dalla mancanza di risultati. Poco da dire sulla partita, la differenza di valori tra le due formazioni ha trovato conferma anche sul campo dove tuttavia va sottolineato il merito delle giovani atlete del Potenza che, nonostante una situazione ormai compromessa da settimane, sono ugualmente riuscite a trovare gli stimoli per potersi giocare le proprie carte. Grazie alla vittoria e alla concomitante sconfitta di Reggio Calabria, le giallorosse allungano in classifica sulla zona retrocessione: sono 8 le lunghezze da difendere a tre gare dalla fine. Manca davvero un passo per la salvezza.

Sabato prossimo la iReplace chiuderà le sue trasferte stagionali andando a sfidare a Torre Annunziata la CMO Fiamma Torrese. Dopo un campionato sempre in vetta, le napoletane sono ora seconde ad un punto dalla Planet Pedara e quindi alla disperata ricerca di punti per cullare il sogno del controsorpasso che vorrebbe dire promozione diretta in B1.

Tabellino (Arbitri: De Martino/De Curtis):

IREPLACE Accademia Volley: Padua 9, Modestino 7, Grillo 6, Fusco 6, De Cristofaro 10, Cona (L), Principe (K) 6, De Rosa ne, Dell’Ermo 7, Pisano Mi. ne, Pisano Ma. 6, D’Ambrosio 2. All. V. Ruscello, Vice All. T. Mezzapesa.

Centro KOS Potenza: Ammirati (K) 5, Guarino, Mitidieri M. 3, De Fino, Cascione 1, Leggiandro, Tozzi, Ceruzzi 3, Verrastro , Mitidieri A. 4, Stolfi (L). All. P. Petrone.

Lascia un commento