Ieri, martedì 12 febbraio 2019, il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico, ha ricevuto a Roma una delegazione ANPCI, guidata dalla presidente nazionale Franca Biglio. La presidente Biglio, il vice presidente Arturo Manera, i due sindaci componenti del Direttivo Nazionale, Zaccaria Spina e Silverio De Bonis, accompagnati da Roberto Gregori, esperto di profilo tecnico dell’Associazione, si sono intrattenuti presso gli uffici della Terza carica dello Stato, a Montecitorio, per trattare delle varie problematiche degli enti locali di minori dimensioni, così come i comuni fino a 5.000 abitanti sono stati identificati dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.
Innanzitutto, la presidente Biglio ha espresso tutta la soddisfazione ed i ringraziamenti dell’Associazione nei confronti del presidente Fico per l’incontro che già di per sé testimonia sensibilità, attenzione e comprensione nei confronti delle problematiche dei Comuni con meno di 5.000 abitanti, che sono circa 5.544 degli oramai meno di 8.000 Comuni d’Italia.
Alcuni rilevanti successi sono già stati riscontrati nell’ultima Legge di Stabilità approvata, soprattutto in tema della gestione economico-finanziaria, citando a mo’ di esempio la possibilità dell’utilizzo dell’avanzo di amministrazione, i 40mila-50mila euro assegnati ai Comuni più piccoli per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale, la cancellazione del pareggio di bilancio, l’eliminazione dell’obbligo di redigere il bilancio consolidato, alcune semplificazioni contabili, oltre che la semplificazione di procedure di affidamento di lavori pubblici. È un primo segnale di riconoscimento di quelle che erano alcune delle richieste contenute nella Piattaforma Rivendicativa 2019, approvata nell’ultima Assemblea Nazionale ANPCI che si è tenuta nel comune di Inverno e Monteleone in provincia di Pavia nel settembre scorso.
L’incontro a Palazzo Montecitorio è durato oltre un’ora e si è svolto in un clima di grande cordialità ed attenzione sia da parte del Presidente che del suo staff, i quali hanno dimostrato di ben conoscere molte delle situazioni prospettate dall’Associazione.
Al termine dell’incontro la presidente nazionale Franca Biglio ha consegnato la Piattaforma Rivendicativa 2019, così come approvata dall’Assemblea ANPCI, auspicando un colloquio costante di approfondimento con il presidente Fico e ringraziando per l’approccio alle problematiche del nuovo Governo che, di volta in volta, sta coinvolgendo l’Associazione in tutti i settori che riguardano i piccoli comuni.
Molto soddisfatto anche Zaccaria Spina, il quale ha ricordato che dei 550 Comuni campani la stragrande maggioranza sono inferiori a 5.000 abitanti e nella provincia di Benevento sono ben 72 su 78; quindi, a maggior ragione, secondo lui “l’inversione di tendenza della produzione normativa più favorevole a questi enti può portare beneficio all’intera provincia, che allo stato soffre di un pauroso spopolamento e desertificazione sotto gli occhi di tutti”.