Identificata la donna fuggita dopo l’incidente

DIGITAL CAMERADopo ininterrotte e serrate attività di indagini i Carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita e della Stazione di Amorosi sono riusciti ad individuare l’automobilista che il 24 luglio scorso, all’incrocio tra via San Salvatore e Via Tibaldi di Amorosi, dopo il sinistro con una moto BMW condotta da un commerciante 53enne del centro, si dileguava senza prestare soccorso al motociclista ferito. Sul posto erano intervenuti i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Cerreto Sannita che avevano proceduto ai rilievi del caso ed alla ricostruzione della dinamica dell’incidente e il personale medico del 118 che aveva trasportato il ferito presso l’Ospedale Civile Rummo di Benevento. Le indagini, dalle poche testimonianze raccolte, riferivano di un tremendo impatto tra la moto ed una Alfa di cui non si conosceva la targa. I militari grazie ad un lavoro d’indagini molto accurato, che ha visto il controllo a tappeto delle officine della zona e di tutta la provincia e le immagini dei sistemi di videosorveglianza presenti in valle telesina si sono concentrati su alcuni veicoli ritenuti sospetti. A termine delle attività, nella tarda serata di ieri, i militari hanno individuato il responsabile in una 54enne, vedova, disoccupata di Amorosi che alla guida della propria Alfa 156, dopo lo scontro con il motociclista, si è data immediatamente alla fuga poiché il veicolo era scoperto di assicurazione e con revisione scaduta da diversi anni. I militari nel corso delle indagini hanno rinvenuto e sequestrato l’autovettura nascosta dalla proprietaria tra la fitta vegetazione di un vecchio casolare abbandonato in zona di campagna al confine tra i Comuni di Amorosi e Puglianello. La donna, rintracciata e convocata in caserma dai Carabinieri della Stazione di Amorosi, ha reso ampia confessione sull’accaduto. Alla stessa è stata ritirata la patente di guida e dopo le formalità di rito è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria per omissione di soccorso e lesioni personali colpose. Intanto le condizioni di salute del motociclista ferito rimangono severe e si trova ancora ricoverato all’Ospedale Rummo di Benevento con fratture multiple giudicate guaribile in 30 giorni

Purtroppo si assiste sempre più a gravi episodi in cui i pirati della strada fuggono dopo aver provocato i sinistri per mancanza di copertura assicurativa. L’effetto della crisi economica ha inevitabili riflessi anche e soprattutto sulla sicurezza stradale. In tale ambito il Comando Provinciale Carabinieri Benevento ha messo in campo una dedicata attività di contrasto al fenomeno con particolari servizi che partono da una analisi di un dato non particolarmente preoccupante ma di significativo scollamento tra i veicoli immatricolati e quelli risultanti assicurati all’Ania nella provincia sannita.

Lascia un commento