Guardia Sanframondi, presentato il documentario su Paolo De Matteis

IMG_1544Sannio e Cilento. Due comunità, quella di Guardia Sanframondi e Orria, unite nel “segno” dell’arte. E di Paolo De Matteis. Un bel momento quello consumatosi presso la sala consiliare del Comune di Guardia Sanframondi nell’ambito della presentazione del documentario ‘De Matteis l’Epifania’, dedicato al genio artistico del pittore che operò, in particolare nel Regno di Napoli tra la fine del seicento e l’inizio del settecento, lasciando tracce significative della sua arte anche nel centro sannita di Guardia Sanframondi.
Nato nel Cilento, Piano di Orria, Paolo De Matteis ha girato il mondo approdando nel Sannio e quindi a Guardia Sanframondi da dove, attraverso i “luoghi” simbolo del suo genio, si dipana il documentario che racconta la straordinaria vicenda del pittore con lo sguardo di chi assiste all’Epifania della Bellezza. Un appuntamento che ha anticipato il gemellaggio tra il Comune Sannita e quello in provincia di Salerno e la proiezione dell’intero documentario.
A intervenire sono stati: il sindaco di Guardia Sanframondi Floriano Panza; il parroco di Guardia Sanframondi Don Giustino Di Santo; l’assessore al Turismo del Comune di Guardia Sanframondi Morena Di Lonardo; il Presidente di Confindustria Benevento e Presidente della Mangimi Liverini S.p.a. Filippo Liverini; l’ideatore e regista del documentario “De Matteis l’Epifania” l’architetto Vincenzo Vallone; il sindaco di Orria Mauro Inverso. Ognuno dei relatori si è soffermato su precisi aspetti legati alla realizzazione del documentario, alla figura del De Matteis e all’importanza della crescita e della valorizzazione del territorio. A presentare il documentario, di cui è stato poi proiettato in anteprima un filmato di circa tre minuti, è stato l’architetto Vincenzo Vallone, ideatore e regista dell’opera ‘De Matteis l’Epifania’. Nel titolo del documentario viene posto l’accento sul dono che il pittore ha dato a quanti hanno il privilegio di guardare con ammirazione gli affreschi della chiesa di San Sebastiano di Guardia Sanframondi. Significativa la presenza e l’intervento del sindaco di Orria Mauro Inverso, accompagnato dal vice presidente della Pro loco di Orria Cristian Santomauro. La gioia di essere presente ma soprattutto di condividere un percorso comune che conduca alla valorizzazione di entrambe le realtà territoriali in nome dell’amicizia siglata dall’arte di De Matteis.

In merito agli aspetti prettamente più tecnici va detto che le riprese sono iniziate a febbraio scorso dalla chiesa di San Sebastiano di Guardia Sanframondi per poi proseguire con la tappa a Castelvenere presso la Masseria Venditti e nelle settimane successive con i set di Paupisi e Solofra. L’idea del documentario e la regia sono dell’architetto Vincenzo Vallone, artista di Telese Terme; la produzione è della Mangimi Liverini S.p.a., azienda storica del territorio; direttore di produzione: Annamaria De Pasquale; direttori della fotografia e montaggio: Antonio Guastafierro e Gennaro Sebastianelli; attori: Compagnia del Vuccaro; trucco e parrucco: Matilde De Gennaro, Giovanna Rosella – Mary’s School di Benevento. La voce narrante è quella del noto doppiatore Paolo Salomone. Collaborazioni: Accademia delle Belle Arti di Napoli, Comune di Guardia Sanframondi, la Casa di Bacco di Guardia Sanframondi, Masseria Venditti di Castelvenere, Comune di Solofra, Bper Banca.

Lascia un commento