Grasso, curatore del padiglione Armenia alla Biennale di Venezia, inaugura il Premio Internazionale Assteas

IMG_1563L’inaugurazione del premio internazionale Assteas che l’inaugurazione sarà a cura del professor Giorgio Grasso, noto critico e storico dell’arte, curatore del padiglione Armenia all’attuale Biennale di Venezia e che nella circostanza presenterà anche il suo recente lavoro letterario: “Il critico e le modelle”.
Il premio Assteas che lo ricordiamo, è sulla ceramica e le arti plastiche, ha coinvolto da subito l’AICC (Associazione Italiana Città della Ceramica) ma anche l’associazione AmArte che snocciolerà momenti poetici sull’opera di Assteas ma anche il portale www.kroplus.com.
Sono stati numerosi gli artisti che da ogni parte d’Italia si sono candidati ma soprattutto è stata preziosa l’amministrazione del Comune di Cerreto Sannita che ospiterà il premio Assteas presso alcune sale del Museo della Ceramica, dal 24 giugno e sino al 2 luglio. Si inaugura il giorno 24 giugno alle ore 16.00 e si conclude con la premiazione il giorno 2 luglio ore 18.00.
Il premio internazionale Assteas è stato voluto dall’associazione Culturale Xarte ed è dedicato al famoso vaso “il ratto d’Europa” definito il vaso più importante del mondo.
Il premio si sapeva che nasceva sotto i migliori auspici dovuti anche alla magia della mitologia del vaso stesso che è stato rinvenuto in modo rocambolesco e che, dopo aver girato il mondo ed essere stato apprezzato per anni da numerose persone presso il Guggenheim Museum, ritorna negli stessi luoghi.
Maurizio Caso Panza, a cui appartiene l’intuizione del premio Assteas, ci conferma prendendo spunto dalla massima di Émile-Auguste Chartier che la: “la storia , ovviamente quella del vaso di Assteas, è un grande presente e non solo un glorioso passato”.
Il programma del premio Assteas prevede oltre alla presentazione del libro del professor Giorgio Grasso anche altri eventi culturali per tutta la durata della manifestazione.

Lascia un commento