Istituzionalizzato il 21 marzo come ‘Giornata in ricordo delle vittime delle mafie’

IMG_1292La Camera dei deputati ha decretato che il giorno 21 marzo  sarà dedicato alla ‘Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie’. La proposta di legge è stata approvata all’unanimità. Si tratta del primo provvedimento, che diventa finalmente legge, tra i sei indicati nell’appello promosso da Cgil, Cisl e Uil con le Associazioni Libera, Avviso Pubblico e Legambiente, con il quale si sollecita Governo e Parlamento a una rapida approvazione di alcune importanti leggi, da tempo all’esame delle Camere, per rafforzare la prevenzione e il contrasto alle mafie e alla corruzione. L’istituzione per legge della Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo di tutte le vittime delle mafie costituisce un momento di alto valore politico e civile per il nostro Paese, memoria che non è disgiunta dall’impegno che, come Organizzazione sindacale e ognuno individualmente, mettiamo nell’azione quotidiana per la promozione dei diritti e della legalità in ogni contesto del vivere. La Uil ricorda che quest’anno la Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie si svolgerà a Locri, oltre che in tantissime altre città in tutto il territorio nazionale, Benevento compresa.

“L’approvazione di questa legge – osserva Fioravante Bosco (Uil Av/Bn) – testimonia la volontà delle Istituzioni di rendere vivo il ricordo e l’esempio di quanti sono caduti sotto i colpi della violenza mafiosa. È un lungo elenco, di donne e uomini, anziani, giovani e bambini che ogni anno viene ricordato nelle piazze d’Italia, in concomitanza con l’arrivo della Primavera”.

Lascia un commento