Difesa e salvaguardia delle aree interne e dei piccoli borghi, in Regione il sindaco Spina di Ginestra degli Schiavoni

IMG_1319Prosegue in Campania l’iter procedimentale per le due Proposte di Legge Regionale ad oggetto ‘Incentivi e sviluppo dei centri storici della Campania’ e ‘Recupero, valorizzazione e rivitalizzazione delle aree interne e borghi caratteristici della Campania’, dei consiglieri regionali Vincenzo Maraio ed Alberico Gambino.

Nel pomeriggio di mercoledì 15 a Napoli, presso la sede del Consiglio Regionale della Campania, il Tavolo Tecnico della IV Commissione consiliare permanente Urbanistica, Lavori pubblici e Trasporti ha tenuto un’Audizione alla quale – per conto dell’ANPCI – sono intervenuti il vice presidente Nazionale Arturo Manera ed il sindaco di Ginestra degli Schiavoni Zaccaria Spina (componente del Direttivo dell’Ufficio di Presidenza Nazionale).
“Finalmente – dichiara Spina a margine dell’audizione – si registra una presa di coscienza da parte della Regione Campania sul problema della difesa e salvaguardia delle aree interne e dei centri di minore dimensione. Qualcosa è cambiato e qualcosa sta cambiando in positivo, si sta prendendo atto dell’importanza di queste realtà territoriali. Di fondamentale importanza è la difesa degli habitat naturali e la salvaguardia dell’ambiente, della storia, della cultura, delle tradizioni, delle identità locali, delle eccellenze di questi centri”. “Queste due Proposte di Legge – sottolinea Spina – sono improntate sulla stessa scia dell’ottima Proposta di Legge Regionale recante Misure per il sostegno e la valorizzazione dei comuni con popolazione residente pari o inferiore a 5.000 abitanti e dei territori montani e rurali della Regione Campania. Proposta di Legge, quest’ultima, pesantissima data l’autorevolezza dei suoi sottoscrittori, la presidente del Consiglio regionale della Campania, Rosa D’Amelio, ed il presidente della Prima Commissione Affari Istituzionali, Alfonso Piscitelli”.
“L’auspicio – conclude Spina – è che si proceda in modo spedito, che l’iter procedimentale si concluda bene e presto con l’approvazione definitiva delle Proposte di Leggi da parte del Consiglio regionale della Campania affinché non vengano vanificati i tanti sforzi profusi nel produrre le normative. Noi vigileremo. Mi auguro vivamente che il Consiglio Regionale faccia la sua parte”.

“Visti gli argomenti – afferma Manera – si potrebbe prospettare un testo unificato delle due Proposte di Leggi. Entro il 10 aprile l’ANPCI potrà proporre degli emendamenti, per iscritto, alle due Proposte di Leggi, motivo per cui avvieremo la consultazione dei soggetti interessati della Campania per poi recepire le proposte come ANPCI”.
In estrema sintesi, riguardo alle due Proposte di Leggi Regionali: l’una ha la finalità di favorire il recupero, la valorizzazione e la rivitalizzazione dei più interessanti borghi caratteristici della Campania, sotto il profilo culturale, ambientale, storico, architettonico e monumentale per tradizioni, usi e costumi; l’altra ha per obiettivo quello di garantire da un lato un costante flusso di risorse regionali per la valorizzazione e la manutenzione dei centri storici, dall’altro di formare una rete di consapevolezza delle peculiarità che devono concorrere alla formazione di una forte identità campana.

Lascia un commento