Forum Culture, di scena a Palazzo Paolo V lo chef Giuseppe Iannotti

giuseppe iannotti 2Parte con una nuova puntata su “Le vie del latte”, il fine settimana proposto nell’ambito del Forum Universale delle Culture Napoli e Campania – Città di Benevento, manifestazione in programma fino al 22 giugno prossimo e organizzata in collaborazione con Slow Food Campania, l’Associazione Nazionale delle Città del Vino e la Fondazione ITS BACT – e dai soggetti componenti la Consulta degli operatori della Cultura e del Turismo di Benevento .
L’appuntamento, per le ore 10 a Palazzo Paolo V, è curato dall’Accademia Italiana della Cucina che intende valorizzare e divulgare tali produzioni sotto il profilo storico-culturale, igienico-sanitario e dei benefici nutrizionali che dal loro consumo responsabile possono derivare, al fine di contribuire alla realizzazione di un’economia propria del territorio sannita.

Sempre domani a Palazzo Paolo V, alle ore 16, l’associazione nazionale delle Città del Vino proporrà un convegno su “Il paesaggio vitivinicolo: UNESCO e dintorni”. Relazioneranno: Luigi Zangheri (Docente di Storia del Giardino e del Paesaggio Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze su: “Il paesaggio vitivinicolo come bene culturale”; Diego Tomasi (Ricercatore presso il Centro di Ricerca per la Viticoltura di Conegliano su: “La candidatura UNESCO del paesaggio viticolo Prosecco Conegliano Valdobbiadene”; Pier Carlo Tesi (Urbanista su “L’impegno di Città del Vino per il paesaggio rurale e vitivinicolo”); Francesco Marangon (Docente di Economia ed Estimo Rurale Università di Udine su: “Il valore economico del paesaggio”) e Paolo Benvenuti (Presidente dell’Associazione Internazionale Iter Vitis e Direttore dell’Associazione Nazionale Città del Vino su: “Il valore socioculturale del paesaggio rurale e vitivinicolo italiano”; per la conduzione di Giampaolo Pioli (Presidente di CI.Vin. srl – Laboratorio delle Città del Vino).

Al termine dell’incontro, brindisi con il Conegliano Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore.

Alle ore 16 di sabato e alle ore 10 di domenica, inoltre, ennesima tornata con le passeggiate culturali “Scopriamo Benevento” (visite guidate agli attrattori della “buffer zone” Unesco), a cura dell’ Associazione culturale Verehia; e, alle ore 18,30 al Mulino Pacifico, la Compagnia Stabile Solot porterà in scena “Pane e Olio”. La rappresentazione, scritta, diretta e interpretata da Michelangelo Fetto, oltre ad esaltare l’alimento principe della Dieta Mediterranea (patrimonio immateriale dell’Unesco), offrirà un momento di riflessione collettiva, con tanto di degustazione finale di oli del territorio sannita, ed anche momenti musicali e recitativi in un percorso che coinvolgerà i cinque sensi.
Alle ore 20, invece, nell’affascinante cornice del Chiostro di Santa Sofia, toccherà alla seconda cena spettacolo “È di scena la dieta mediterranea”. Dopo Marianna Vitale, lo chef ai fornelli sarà Giuseppe Iannotti del ristorante Krèsios di Telese Terme. L’evento sarà curato dalla Fondazione ITS BACT e servirà a un apprendimento multisensoriale e multidisciplinare, senza disdegnare di focalizzare l’attenzione sul paradigma concettuale Paesaggio-Cibo–Salute alla base della “Dieta Mediterranea”, stile di alimentazione e stile di vita, bene culturale immateriale, patrimonio Unesco. Altro protagonista della serata sarà il Prof. Arch. Domenico Nicoletti (Paesaggista-Università di Salerno) che discuterà di “Salvaguardia della biodiversità/tutela e valorizzazione del paesaggio”.

Il costo delle cene spettacolo è 25 euro (20 euro ridotto Under 26 anni/ Over 65). La biglietteria per la prevendita (0824 1740835), presso Palazzo Paolo V, è aperta dalle ore 11 alle 13 e dalle ore 16 alle 18.
Domenica 8 giugno, poi, alle ore 11 a Palazzo Paolo V, Slow Food Campania proporrà il Laboratorio della Terra con tema “Le economie del mare”. A moderare l’incontro sarà Vito Trotta, responsabile dei Presidi Slow Food Campania e Basilicata, con gli interventi di: Paolo Giarletta, Responsabile Generale del progetto “BuonPescato Italiano”, iniziativa della Direzione Pesca del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali con l’obiettivo di diffondere la conoscenza e stimolare l’acquisto delle specie ittiche minori; Antonino Miccio, Direttore Area Marina Protetta di “Punta Campanella”; Vito Puglia, titolare dell’osteria Perbacco a Pisciotta nel Cilento e blogger de “Il Fatto Quotidiano”; Giovanni Flavio Russo, professore di Ecologia marina all’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, il cui intervento avrà come perno principale “Mare di pesci o di meduse? Ecologia marina, pesca e consumi sostenibili” e Roberto Sandulli, Docente di Zoologia presso l’Università di Napoli “Parthenope”.

Un successo particolare sta riscuotendo la mostra “WINESCAPES, L’ARTE DEL PAESAGGIO”, con le foto di Mark Cooper (inglese ma naturalizzato in Monferrato), allestita a Palazzo Paolo V e aperta fino a domenica 22 giugno. L’esposizione, curata dall’associazione nazionale delle Città del Vino, coglie la perfezione geometrica delle sagome policromatiche di campi e vigneti e nelle proprie “gigantografie” svela le composizioni astratte nascoste nel paesaggio rurale.

MarkCooper fotografa il paesaggio con sensibilità pittorica, cogliendo le composizioni astratte e grafiche delineate dalle sagome policromatiche degli elementi ambientali. Nelle sue fotografie, che scatta sospeso a un elicottero, campi, vigneti e risaie svelano il panorama rurale in immagini con tratti e macchie che sembrano dipinti “a pennello” dal lavoro dell’uomo.

Lascia un commento