Fondi Ue, Gdf e Ragioneria dello Stato insieme per combattere le frodi

guardia_finanzaIl Ragioniere Generale dello Stato ed il Comandante Generale della Guardia di Finanza hanno siglato a Roma il protocollo d’intesa per lo scambio di informazioni relative all’utilizzo in Italia dei fondi assegnati dall’Unione Europea per i programmi di sviluppo territoriali.

L’accordo si inquadra nell’ambito delle iniziative volte a garantire il migliore impiego delle risorse comunitarie e l’affinamento dei sistemi di prevenzione e contrasto delle irregolarità e delle frodi in danno del bilancio dell’Unione Europea.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di mettere in comune le rispettive banche dati, in modo da creare, attraverso l’integrazione dei sistemi informatici, le necessarie sinergie istituzionali, nell’ottica di assicurare il corretto ed efficace utilizzo dei finanziamenti europei e rispondere al meglio alle prescrizioni della normativa comunitaria.

Con il protocollo siglato oggi viene potenziata ulteriormente l’azione di contrasto alle frodi comunitarie attraverso un ragionato orientamento delle procedure di selezione dei soggetti da ispezionare, nel contesto di una più ampia strategia di tutela della spesa pubblica e degli interessi economico – finanziari del Paese.

Lascia un commento