Folto pubblico alla presentazione del libro di Vergineo sulle ingiustizie legali

IMG_1274La sala consiliare della Rocca dei Rettori di Benevento ha ospitato il secondo evento dell’associazione giovanile ‘Thesaurus’, con protagonista Pierluigi Vergineo, neuropsichiatra, autore del volume ‘La Malasorte – Storie del carcere’ (L’Altra Voce editore).

A coordinare l’affollato incontro la giornalista Candida Principe, la quale ha esordito presentando lo scopo del sodalizio e la figura dell’autore; un libro-verità che testimonia uno scorcio della vita professionale di Vergineo che per negligenza e impulsività da parte della macchina della giustizia italiana, suo malgrado, è stato costretto a sperimentare la vita del carcere in una inchiesta su false pensioni di invalidità, nel lontano luglio 2010, designandola, a ragione, malasorte. L’autore descrive la vita del carcere beneventano, narra di incontri, di dolori, angosce ed ingiustizie, che quotidianamente animano questo luogo e la società odierna. Tra i temi principali affrontati la tossicodipendenza, la detenzione carceraria e la riforma della Giustizia tanto attesa, la ludopatia ed i suoi effetti, passando per lo sversamento dei rifiuti tossici nel Sannio e in Campania con testimonianze video (documentario Biùtiful cauntri) ed alcune letture significative.

A seguire l’intervento di Celeste Mervoglino, referente progetto Limiti, realizzato dalla Solot e dall’associazione Motus. Dopo un breve excursus sul progetto, che rappresenta un’àncora di salvezza per i detenuti mostrando loro le potenzialità e la bellezza del teatro, i partecipanti dell’evento hanno avuto un saggio di tali attività con la proiezione di un cortometraggio premiato e la testimonianza dal vivo di un detenuto in semilibertà, ospite a sorpresa.

Lascia un commento