Fausto Pepe alla riunione dell’Anci: “Spending review insostenibile”

fausto-pepeIl sindaco di Benevento, Fausto Pepe, ha partecipato oggi a Roma ai lavori dell’Ufficio di Presidenza dell’Anci, l’associazione nazionale dei Comuni d’Italia. Nel corso della riunione sono stati affrontati numerosi temi riguardanti la spending review, la riforma della pubblica amministrazione e l’emergenza profughi.
Per quanto riguarda la spending review, l’Anci ha chiesto al Ministro dell’Economia la convocazione immediata di un tavolo tecnico che consenta di avanzare proposte correttive ed integrative del testo del decreto governativo già in fase di conversione al Senato. Per la presidenza dell’associazione, infatti, c’è la necessità di aprire un confronto con il Ministero per  rimodulare la contribuzione che viene richiesta ai Comuni.
Il primo cittadino di Benevento ha spiegato che “il contributo finanziario che la spending review chiede ai Comuni sfiora il miliardo. Riteniamo questa cifra non sostenibile, considerato che questa non è la prima spending review ma ce ne sono state altre che hanno inciso sulla spesa dei Comuni. Per questo abbiamo chiesto un incontro al presidente del Consiglio per rappresentare questa situazione, al fine di veder rimodulata la contribuzione richiesta in una dimensione sostenibile, con modalità che riconoscano una maggiore autonomia di gestione del contributo a noi richiesto”.
“Ai 350 milioni di minore spesa – ha continuato Fausto Pepe – si devono aggiungere 250 milioni di tagli già previsti sul 2014. Ci sono poi ulteriori tagli per 100 milioni sulle Città metropolitane e altri 300 milioni che vengono tolti, preventivamente, nella previsione che il nuovo sistema di detrazioni fiscali per gli immobili rurali possa determinare un maggiore gettito. Oltre a tutto questo, il provvedimento contiene altre norme di carattere ordinamentale, e quindi tagli, che fanno sì che la minore disponibilità di risorse superi il miliardo di euro e non sia di 350 milioni come mediaticamente si è detto”.
Sull’emergenza profughi, che sarà oggetto anche di una riunione domani mattina in Prefettura a Benevento, il sindaco Pepe ha dichiarato che il problema è strutturale e come tale deve essere gestito con una continuità di presenza ed azione, a cui devono seguire provvedimenti in rapporto all’evoluzione dell’emergenza stessa. “L’Anci partecipa quotidianamente al tavolo del Governo per la gestione dell’emergenza immigrati e abbiamo avanzato proposte che si devono articolare su due modalità. Una, di prima accoglienza dei profughi che approdano sulle coste in cui chiediamo sia lo Stato a gestire; la seconda fase di allocazione e distribuzione sul territorio nazionale dei profughi, su cui i Comuni sono disponibili a farsi carico. Tutto questo però deve presumere risorse finanziarie adeguate e tempestive”.

Lascia un commento