Due beneventani ai domiciliari per spaccio di droga. Sequestrato oltre mezzo milione di euro

Due beneventani di 64 e 47 anni sono agli arresti domiciliari per spaccio di droga. Il provvedimento, emesso dal Gip del Tribunale di Benevento, è stato eseguito dalle Fiamme Gialle sannite all’esito delle indagini coordinate dai magistrati della Procura della Repubblica del capoluogo sannita.

Il giudice per le indagini preliminari ha disposto anche il sequestro preventivo dei beni mobili e immobili, tra i quali 5 appartamenti e due auto, per un valore totale di oltre 500mila euro, nonché dei rapporti bancari intestati e cointestati ai due arrestati, ritenendo evidente la sproporzione tra il valore dei beni posseduti e i redditi dichiarati. Da settembre 2016 a marzo 2017, infatti, gli agenti del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria hanno sequestrato varie tipologie di droghe, reprimendo diversi episodi di spaccio di coca e hashish, anche nei confronti di minori, compiuti in città e in provincia.

L’ordinanza ha evidenziato – si legge nella nota del procuratore Aldo Policastro – “la spiccata capacità delinquenziale mostrata dai soggetti, a testimonianza di un indice di professionalità nel reato e di un vero e proprio sistema di vita e di approvvigionamento economico destinato a replicarsi nonché la circostanza che gli indagati, caratterizzati da una elevata spregiudicatezza acquisita nel tempo, sono stabilmente radicati nel contesto criminale locale e proiettati a porre in essere, con pervicacia, una serie di attività illecite”.

Lascia un commento