Denunciate 22 persone per furto aggravato di acqua potabile

Furto aggravato di acqua potabile. E questo il reato del quale sono ritenuti responsabili 22 (ventidue) soggetti deferiti alla Procura della Repubblica di Benevento all’esito di articolata attività indagine ed ispettiva rivolta al controllo degli allacci alla rete idrica pubblica finalizzata a prevenire e reprimere collegamenti abusivi e furti d’acqua.
I militari della Compagnia Carabinieri di Montesarchio (BN) e delle dipendenti Stazioni CC di Arpaia (BN), Cautano (BN) e Sant’Agata dè Goti (BN) hanno deferito in stato di libertà 18 soggetti residente nel comune di Arpaia (BN), 3 nel comune di Cautano (BN) e uno in Sant’Agata dè Goti (BN).
I militari operanti accertavano, unitamente a personale della società che gestisce il servizio idrico integrato ambito giurisdizione, che i predetti soggetti avevano manomesso la rete idrica comunale allacciandosi abusivamente alla stessa per l’approvvigionamento di acqua potabile per le loro abitazioni nonché, in un caso, avevano manomesso i sigilli già apposti in precedente controllo.
Ulteriori indagini sono tuttora in corso a cura dei militari dell’Arma.

Lascia un commento