Benevento, 53enne napoletano arrestato per truffe agli anziani

tribunale_bnLo scorso 26 aprile è stata eseguita, dal personale dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Benevento, ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Benevento, a seguito di attività investigativa coordinata dai Magistrati della Procura della Repubblica scrivente, nei confronti di un soggetto 53enne proveniente dal napoletano, gravemente indiziato dei delitti di furto e truffa aggravati ai danni due anziane donne portati a compimento nel territorio beneventano.

L’ordinanza è scaturita a seguito di un’attività di indagine infoinvestigativa, iniziata nel mese di luglio 2016, quando il personale del N.O.R. Benevento attenzionava un soggetto, poi identificato in D.F., 53enne di Napoli, già noto per analoghi episodi, che si rendeva responsabile di furto con mezzo fraudolento e di truffa ai danni di una anziana signora di Benevento, approfittando di circostanze in riferimento all’età della persona offesa.

Il soggetto, a distanza di alcuni mesi dal primo episodio, tornava nel beneventano per perpetrare un’ulteriore truffa, oggetto di seconda denuncia, posta in essere con il medesimo modus operandi.
Le indagini hanno permesso di accertare che, dopo aver carpito la fiducia di due anziane donne beneventane, il soggetto si introduceva all’interno delle rispettive abitazioni, e, spacciandosi quale Ispettore dell’I.N.P.S., dietro il pretesto di dover consegnare arretrati pensionistici, si faceva consegnare, a titolo di cauzione per il disbrigo della pratica, denaro contante pari, in un caso, a 2.000 euro e, nell’altro caso, a 1.500 euro, e, approfittando della buona fede e di un attimo di distrazione, asportava ulteriori somme in contanti pari a 10.000 euro all’interno dell’abitazione della vittima.
All’identificazione dell’autore del reato si è giunti anche grazie alla testimonianza ed alla memoria fotografica della anziane vittime che hanno riconosciuto il D.C. quale autore degli episodi criminosi.
Sono in corso ulteriori indagini per le quali non si esclude possano scaturire responsabilità anche in altri analoghi episodi truffaldini portati a compimento in questo territorio ai danni di altre persone anziane.

Lascia un commento