Bando intervento riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie, l’intervento di De Caro

deCaroNella seduta di ieri il Sottosegretario di Stato alle Infrastrutture e ai Trasporti, on.le Umberto Del Basso De Caro ha risposto in Aula all’interpellanza dell’on. Occhiuto, concernente il programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie. La risposta, integralmente di seguito trascritta, è di sicuro interesse per la città di Benevento destinataria di un finanziamento di euro diciotto milioni.
“Con riferimento all’interrogazione in oggetto – ha evidenziato il Sottosegretario – concernente il Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei Comuni capoluogo di provincia, si rappresenta, per quanto di competenza, quanto segue. Al fine di completare, nella misura di 1,6 miliardi di euro, il finanziamento della graduatoria – già approvata con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 6 dicembre 2016 – dei progetti ammessi al bando relativo al Programma straordinario, la legge di bilancio 2017 ha previsto l’utilizzo sia del Fondo per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese alla cui ripartizione si procederà con decreto del presidente del Consiglio dei ministri ai sensi dell’articolo 1, comma 140, della legge n. 232 del 2016, sia, ai sensi del successivo comma 141, delle disponibilità del Fondo per lo sviluppo e la coesione relative al periodo di programmazione 2014-2020 da assegnare con delibera del Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE)”.
Ha concluso Del Basso De Caro: “Alla luce di tali elementi e in considerazione della rilevanza strategica del finanziamento del suddetto Piano, è stata avviata presso i competenti uffici della Presidenza del Consiglio dei Ministri l’istruttoria relativa all’assegnazione delle risorse di cui all’articolo 1, comma 141 della legge di bilancio 2017. Tale istruttoria è in corso di perfezionamento, ragione per cui si confida di poter sottoporre tale proposta al CIPE, in occasione della prossima seduta”.

Lascia un commento