Avviata procedura d’ascolto fra Asi e aziende di Ponte Valentino

logo asi 2Il Consorzio Asi della Provincia di Benevento ha avviato, con le Aziende insediate nell’agglomerato industriale di Ponte Valentino, una procedura di ascolto, indirizzata a rendere ancora più efficiente il sistema competitivo territoriale. Ieri, 19 Giugno, presso la sala conferenze del Consorzio, una rappresentanza delle aziende si è confrontata con gli organi amministrativi del Consorzio sulle tematiche di maggiore rilevanza per l’agglomerato. Ad introdurre i lavori assembleari è stato, il Vice Presidente del Consorzio, Cosimo Rummo, il quale ha offerto alla platea una disamina assai dettagliata delle attività svolte dall’Amministrazione in carica, principiando dal maggio 2012, data dell’insediamento. Fra le problematiche emerse, è stata segnalata l’attività, nell’agglomerato, di una Ditta che ha convertito la propria attività da smaltimento di rifiuti speciali (farmaci scaduti) a trattamento di rifiuti organici, con prevedibili disagi per le aziende limitrofe. Al riguardo l’Asi ha già provveduto a sollecitare le opportune verifiche delle autorità preposte ai controlli, ARPAC e Corpo Forestale dello Stato. La questione della sicurezza è una preoccupazione rappresentata dagli insediati a fronte dell’incrementarsi di episodi delinquenziali.  Recenti sono gli incontri del Presidente dell’Asi con la Prefettura, la Questura e il Comando dei Carabinieri di Benevento, per arginare il fenomeno. L’Asi si è dotata negli anni di un sistema di videosorveglianza che potrebbe essere, attraverso una control room, amministrato in collaborazione con le Forze dell’ordine per garantire interventi decisivi. Altra ipotesi avanzata per la soluzione del problema è l’attivazione di un controllo di vigilanza privata, h 24, con contributo a carico degli insediati.L’incontro è stato utile anche per l’emersione di proposte convergenti, fra Asi e Aziende, quale l’istituzione, così come previsto dal Regolamento consortile dell’Osservatorio sulla gestione e manutenzione delle infrastrutture consortili. Nel corso del dibattito sono intervenuti i rappresentanti delle ditte:  Global Rea, Almar, Agrisemi Minicozzi, Geo–In, G8 Mobili, Presac e Sud Metano, nonché i componenti del Consiglio Generale Asi, Catauro e Bosco. Le conclusioni sono state svolte dal Presidente dell’Asi Luigi Diego Perifano.

Lascia un commento