Assoluzione per il sindaco di Benevento e per la sua consorte. L’inchiesta, nel 2008, fece cadere il Governo Prodi

Assoluzione per Clemente Mastella: è questa la sentenza di primo grado al processo nato nel 2008 e che costò la caduta dell’allora governo Prodi. Il verdetto è stato emesso dalla quarta sezione del Tribunale di Napoli. All’epoca dei fatti, il Guardasigilli Mastella reagì dimettendosi all’arresto della moglie Sandra Lonardo, disposto nell’ambito dell’indagine. Le contestazioni si riferivano a presunte pressioni per le nomine in alcuni incarichi. Fra queste anche quella ipotizzata su l’ex presidente della Regione Antonio Bassolino per una nomina alla Asi di Benevento. Pressione smentita dallo stesso Bassolino, ascoltato in aula. La sentenza, dunque, assolve l’attuale sindaco di Benevento, la consorte e gli altri due coimputati: l’ex consuocero Carlo Camilleri e l’avvocato Andrea Abbamonte.

“Sul web – ha dichiarato Mastella – circolavano notizie false o imprecise sul mio processo. Mi auguro che il Governo degli Stati Uniti mi porga le scuse perché tre anni fa mi fu impedito d’imbarcarmi a Fiumicino pur avendo il visto per gli Usa. È come se per gli Stati Uniti fossi stato un condannato, quando in realtà ero semplicemente indagato. E quando contattai l’ambasciata mi venne sconsigliato di partire perché non avrebbero fatto atterrare l’aereo. Per questi motivi – ha continuato Mastella – voglio che Wikipedia cancelli quello che è scritto nella mia pagina altrimenti non esiterò a querelare chi diffonde notizie false su internet. Io sono stato assolto, questo è il dato. E’ stato un fatto grave per me e la mia famiglia; oggi continuerò a fare il sindaco di Benevento e a impegnarmi in politica. La sentenza mi restituisce dignità politica; quella personale no in quanto la gente ha sempre avuto fiducia in me e nella mia famiglia”.

“Salutiamo con grande partecipazione e soddisfazione – commentano a caldo i consiglieri di maggioranza del Comune di Benevnto – l’assoluzione del sindaco Clemente Mastella, avvenuta solo poche ore fa ad opera del Tribunale di Napoli. Non solo si chiude una vicenda giudiziaria durata oltre un decennio ma la Città di Benevento e la sua amministrazione comunale acquisiscono nuovo slancio e vigore, frutto dalla confermata stabilità dei suo vertici istituzionali. Non abbiamo mai nutrito dubbi sull’esito della controversia e nonostante i fatti contestati fossero ben precedenti alla vita politica e amministrativa del Capoluogo, siamo sicuri che la parola fine su questa pagina controversa possa costituire per tutta la comunità dei beneventani un nuovo punto di partenza. Nessuna ombra e nessun dubbio si può neanche paventare sull’operato del sindaco di Benevento. 
Ringraziamo il primo cittadino per aver saputo tenere ben salda la guida della città, nonostante le pesanti implicazioni che tale questione avrebbero potuto generare. Si tratta della prova ulteriore dello spessore umano e politico di Clemente Mastella a cui rivolgiamo, anche a nome dei cittadini che rappresentiamo in Consiglio, la rinnovata fiducia e stima”.

Lascia un commento