Il giornalista Andrea Scanzi presenta ‘I migliori di noi’ all’Unisannio

email rio - foto scanzi -

email rio – foto scanzi –

L’Università del Sannio incontra giovedì 20 aprile 2017 Andrea Scanzi. Il giornalista toscano, nota firma de Il Fatto Quotidiano, conduttore televisivo e celebre opinionista,
presenterà il suo ultimo romanzo “I Migliori di Noi” al Dipartimento DEMM in Piazza Arechi II (Sala Conferenze), alle ore 14.15. L’evento è curato da FIRM, spin off dell’ateneo sannita, per un ciclo di incontri della cattedra di Economia delle Aziende e delle Amministrazioni Pubbliche.

Nato ad Arezzo il 6 maggio 1974, laureato in Lettere nel 2000 con una tesi sui cantautori della prima generazione, Andrea Scanzi è giornalista dal 1997. Ha scritto per numerose testate, tra cui Il Manifesto, Il Riformista, L’Espresso, MicroMega, La Stampa. Dal 2011 è una firma de Il Fatto Quotidiano. È direttore artistico del Premio Pigro dedicato a Ivan Graziani.
Ha firmato l’autobiografia di Roberto Baggio, la biografia di Ivano Fossati, un saggio su Beppe Grillo, due bestsellers sul vino. Premio Nazionale Paolo Borsellino e Premio Lunezia con ‘Gaber se fosse Gaber’, spettacolo da lui scritto e interpretato, in tour dal 2011 al 2013. Ne ha scritto un altro, ‘Le cattive strade’, con Giulio Casale: dedicato a Fabrizio De André, è tuttora in tour. A luglio 2012 è stata pubblicata la ristampa di Ve lo do io Beppe Grillo (prefazione di Marco Travaglio), uscito una prima volta nell’aprile 2008. A novembre 2013, per Rizzoli, è uscito Non è tempo per noi (Bur Bestsellers Rizzoli, cinque edizioni). Nel 2015, per Rizzoli, è uscito il suo primo romanzo, La vita è un ballo fuori tempo, giunto rapidamente alla sesta edizione.

Nel novembre 2016 è uscito il mio secondo romanzo, I migliori di noi, Rizzoli (tre edizioni). Qui Scanzi affronta il tema dell’amicizia, ma anche dell’amore e del tempo in una meravigliosa Arezzo. È la storia di Fabio e Max, amici di una vita. Dopo una lunga pausa di quasi trent’anni, i due si rincontrano come nulla fosse successo. Tutto ricomincia, ma il tempo è passato e qualcuno ha sofferto. È la storia di un’amicizia costruita nel tempo, fatta di musica, vino e ironia.

L’incontro beneventano sarà introdotto dai saluti del rettore Filippo de Rossi e del direttore del Dipartimento DEMM Giuseppe Marotta. Lo scrittore sarà intervistato dai docenti dell’ateneo sannita Fabio Amatucci, Vincenza Esposito e Renato Civitillo.

Lascia un commento