‘Alta capacità’, Ricci: gli espropri saranno rimborsati. Mortaruolo: altri 50mln di euro dalla Regione

“I proprietari dei fondi espropriati saranno rimborsati secondo il dovuto. Le Istituzioni locali saranno la loro fianco e si fanno garanti della applicazioni delle norme in materia”.
E’ quanto ha dichiarato il Presidente della Provincia di Benevento, Claudio Ricci, nel corso del convegno ‘Alta capacità ferroviaria: strategia e prospettive di sviluppo per il Sannio e la Valle Telesina’, tenutosi ad Amorosi.
L’incontro, voluto dal Sindaco di Amorosi e Consigliere provinciale delegato alle infrastrutture, Giuseppe Di Cerbo, e moderato dal giornalista Gianluca Brignola, ha visto la partecipazione del consigliere regionale Erasmo Mortaruolo e del Sottosegretario di Stato alle Infrastrutture Umberto Del Basso De Caro, alla presenza di numerosi sindaci e cittadini.
Nel corso dell’incontro sono state dibattute le problematiche connesse alla realizzazione dell’Alta Capacità Ferroviaria sulla tratta Napoli – Bari, nei tronchi riguardanti il Sannio da Frasso Telesino ad Apice, nonché di un’altra grande Opera pubblica, il raddoppio della “Telesina”, ovvero della statale Benevento – Telese Terme – Caianello, di raccordo tra l’Autostrada del Sole e la A16. Entrambe le opere hanno un formidabile valore strategico: sono infatti le uniche trasversali a sud di Roma, destinate ad accorciare in maniera sensibile i tempi di percorrenza, rispetto a quelli attuali, tra Tirreno ed Adriatico e, dunque, tra Roma e Bari. Queste Opere, avendo il compito di mettere il collegamento l’area centrale del Mezzogiorno con il resto del Paese, mobilitano, come ha detto il Sottosegretario Del Basso De Caro, risorse finanziarie ingenti nell’ordine di 1,5 miliardi di Euro, per l’Alta Capacità, e 600 milioni di Euro, per la statale. Secondo legge, sono già disponibili le risorse pari al 2% del totale generale per poter pagare gli espropri e le cosiddette compensazioni ambientali; la Regione Campania, inoltre, ha reso disponibili altri 50 milioni di Euro per lo stesso scopo, come ha confermato il consigliere regionale Mortaruolo. 

Nell’ottica della realizzazione di queste grandi Opere, Ricci ha sottolineato il ruolo degli Enti locali per la corretta applicazione delle norme sulla salvaguardia dei legittimi interessi del territorio amministrato. Il Presidente ha anche evidenziato il lavoro che la Provincia sta svolgendo ed intende svolgere affinché queste imponenti infrastrutture di collegamento sovraregionale possano essere servite da una rete, adeguata per qualità e quantità, di “affluenti”, cioè di Strade provinciali che abbiano la funzione di favorire il collegamento veloce e sicuri dei centri anche più piccoli verso i poli gravitazionali della rete stessa. 

Lascia un commento