Al via ‘Oltre i sentieri’, progetto culturale di valorizzaazione del Ponte Rotto sul Calore

I Comuni di Calvi, Venticano, San Giorgio del Sannio, Ceppaloni ed Apollosa – che condividono il tratto sannitico-irpino della via Appia – hanno stipulato un protocollo d’intesa che assume una portata storica. L’impegno culturale sostenuto è indirizzato ad uno scopo ben preciso: mantenere alta l’attenzione su un bene storico-archeologico di particolare valore. Si tratta del Ponte Appiano sul fiume Calore, noto anche come Ponte rotto, fatto costruire molto probabilmente dall’imperatore Traiano per consentire la prosecuzione della via Appia da Capua a Brindisi. La costruzione, come si sa, s’impose presto quale crocevia di genti nonché come asse di sviluppo per l’economia antica di tutta l’Italia meridionale.
Inserito in un affascinante contesto ambientale e naturalistico, il Ponte abbisogna di un importante lavoro di recupero e di restauro, onde evitarne la “scomparsa”. Per far fronte al pericolo dell’oblio, allora, si è deciso di organizzare una manifestazione culturale di rilievo, che si traduce nei fatti in un vero e proprio programma di valorizzazione.

“Oltre i sentieri”, infatti, è una manifestazione multidisciplinare ed itinerante, che farà tappa in tutti i Comuni aderenti all’iniziativa. Assunte ormai le fattezze di un godibilissimo festival culturale, la rassegna prevede una serie di appuntamenti istituzionali, letterari ed artistici di elevatissima qualità.
Dibattiti, incontri, lezioni, premi, presentazioni, concerti, rappresentazioni teatrali, mostre, visite guidate. Tutti appuntamenti relativi ad un medesimo oggetto di narrazione, la via Appia e il Ponte rotto sul fiume Calore, collegati dal fil rouge di un autorevole premio intitolato “Sigillo Appiano”, dove l’antico Ponte diventa simbolo di unione e di interscambio culturali. Di qui, allora, la predisposizione condivisa di un programma integrato di eventi: in verità un percorso storico-culturale che offre contenuto e sostanza al palinsesto dell’intera manifestazione, che nel prossimo week-end offre tre eccezionali appuntamenti.

PROGRAMMA E CONTENUTI SPECIALI:

Venticano, 15 settembre 2017 – Sala consiliare, ore 19.00

Le Vie della neve nel Regno di Napoli (Incontro d’autore con Antonio Guerriero). Le Vie della neve nel Regno di Napoli è un testo storico di rara bellezza, capace di indurre i lettori ad un’approfondita riflessione sull’importanza delle vie culturali quali fattori di crescita e di sviluppo, nel quadro attuale delle politiche turistiche sostenibili. Frutto della ricerca di Antonio Guerriero, autorevole esponente della Magistratura italiana, il libro sarà presentato e commentato con l’Autore e in compagnia di altri illustri ospiti.

Vendicano, 15 settembre, Teatro comunale, ore 21:00
Processo alla strega di Ponte rotto
(Rappresentazione teatrale a cura della compagnia de
il Pozzo e il Pendolo). 1600. Nei pressi di Ponte Appiano, una giovane donna coltiva erbe officinali e utilizza erbe mediche per curare gli infermi. Bianca, questo il suo nome, senza volerlo, si è macchiata di due colpe: è bellissima e ama un uomo sposato. Accusata allora di stregoneria, sarà processata e condannata al rogo. Una storia vera, tradotta ora in uno spettacolo di grande impatto scenico ed emotivo, in cui il pubblico sarà coinvolto in prima persona. Con trenta attori e l’ensemble di Musica Reservata, che eseguirà dal vivo musiche rinascimentali e barocche.

Vendicano, 16 settembre, Castello ore 18:00
Barbara Albert con musiche originali del Notturno Concertante
Dalla via Appia alle conquiste femminili dei nostri tempi: un singolare storytelling affidato alla voce di Barbara Alberti, autorevole presenza della letteratura e del giornalismo italiani. La colonna sonora del particolarissimo viaggio, invece, è stata affidata al duo chitarristico del “Notturno Concertante”, che firma così un concerto di musiche originali, idonee a trasporre sul piano artistico un affascinante percorso attraverso la storia, le tradizioni, i racconti…

Lascia un commento