Al via la Stagione dei Concerti 2018 dell’Orchestra Sirio diretta dal M° Sergio Fanelli.

Come ormai da tradizione, nel mese di marzo parte la stagione di concerti dell’Orchestra d’archi “SIRIO”;

La prima esibizione è prevista per venerdì 16 marzo ore 18,45 presso l’Auditorium “San Gennaro” di Benevento, poi venerdì 23 marzo alle 19,30 l’Orchestra si esibirà presso l’Auditorium del liceo “E:Fermi” di Montesarchio

Sabato 24 marzo , invece l’organizzazione dell’evento sarà in collaborazione con l’Associazione “Libera , nomi e numeri contro le Mafie” coordinamento provinciale di Benevento, per poi continuare con una tappa nel napoletano Domenica 25 marzo presso la Biblioteca comunale di San Giorgio a Cremano.

Il programma prevede musiche di Eccles e Bottesini per contrabbasso e orchestra, solista il M° Francesco Sanarico , e musiche di Piazzolla,Haydn,Sullivan,Rota e Bizet per orchestra d’archi.

Il M° Fanelli è nato nel 1970 a Benevento dove ha coltivato, fin da subito, la sua passione musicale iscrivendosi al Conservatorio della sua città presso il quale si è diplomato, con il massimo dei voti, sia in Violino che in Viola.

Intenso sarà il percorso musicale che lo porterà a collaborazioni con i più grandi direttori d’Orchestra, solisti e compositori famosi (Muti, Giulini, Sinopoli, Ughi, Morricone ) in prestigiosi concerti internazionali che lo condurrà, poi, nel 2008 a fondare l’Orchestra d’archi “SIRIO”, composta interamente dai suoi allievi di viola e violino con la gradita collaborazione di amici musicisti. L’idea che contraddistingue questo progetto musicale è quella d’inserire in un contesto professionale dei ragazzi che stanno ancora studiando ed avvicinarli alla grande musica approfittando e facendo tesoro dell’esperienza di maestri musicisti più esperti che li guidano come il primo violino Alba Paradiso. Oggi, a più di otto anni dai suoi albori, l’Orchestra “SIRIO” vanta successi di fama nazionale, avendo collaborato con affermati musicisti, partecipando a rassegne e concorsi ottenendo unanimi consensi di pubblico e di critica.

Lascia un commento