Al via interventi di messa in sicurezza della provinciale per San Lupo. Ultimati lavori del ponte sul Tammarecchia

Sono stati effettuati interventi per la messa in sicurezza dell’arteria provinciale per San Lupo in prossimità del centro abitato ed inoltre sono stati avviati i lavori per la messa in sicurezza di alcuni alberi ad alto fusto che si trovano sul ciglio della provinciale collegante Amorosi a Telese Terme.

Come si ricorderà, in prossimità dell’abitato di San Lupo si era registrata la caduta di massi sulla carreggiata stradale, mentre un albero di alto fusto era crollato sulla carreggiata nei pressi dell’abitato di Amorosi.

Ieri, inoltre, i tecnici del Settore Infrastrutture della Provincia di Benevento hanno effettuato un sopralluogo per verificare la chiusura dei lavori per il nuovo ponte sul torrente Tammarecchia sulla ex Statale 625 collegante Campolattaro e Circello nell’Alto Tammaro.
L’ispezione sul cantiere dei lavori per la ricostruzione del ponte distrutto dagli eventi alluvionali del 2015, condotto dall’ing. Salvatore Minicozzi e dall’arch. Giancarlo Marcarelli, responsabili dell’intervento, è stato effettuato in occasione del completamento della impermeabilizzazione del manufatto, la cui ossatura è costituito da 4 travi in acciaio messe in opera lo scorso 6 novembre, ed alla asfaltatura della sede stradale ricavata. Secondo l’aggiornamento del crono-programma dei lavori, entro questa settimana verranno effettuate le cosiddette prove di carico e, quindi, nei giorni successivi saranno portati a termine imprescindibili adempimenti tecnici, amministrativi e burocratici e quindi finalmente, verosimilmente entro il mese di febbraio, il ponte sarà aperto al traffico.
Il Presidente della Provincia di Benevento Claudio Ricci, informato sugli esiti del sopralluogo, ha dichiarato: “Da quando sono Presidente della provincia non si registrano contestazioni o ritardi nei lavori pubblici a noi affidati: questa Provincia, quando ne ha le risorse finanziarie lavora con efficienza ed efficacia a servizio esclusivo del territorio e della popolazione”.

Lascia un commento